sabato, ottobre 16, 2021 12:54

Wargoatcult – Pentaprotokhaos (2012)

Secondo full length per gli iberici Wargoatcult, attivi dal 2007 e con alle spalle diversi demo e split, il genere da loro proposto è un Black Metal allo stato puro, quello degli esordi, in cui a tutto c’era posto tranne che ad una pur vaga forma di melodia. Quello che si ascolta in Pentaprotokhaos, è una musica grezza e primitiva, ripetitiva al limite della paranoia, forse anche per questo la durata dell’album è decisamente breve. Molto difficile riuscire a separare una traccia dall’altra, le sonorità sono praticamente simili, i cambi di tempo sono irrilevanti, le atmosfere sono ossessive e malsane. Quello in cui questo album ha fatto centro, è una continua sensazione di malessere e che, comunque, potrebbe risultare una pecca, difficile volerlo riascoltare, almeno nell’immediato; se vogliamo invece trovare il lato positivo, diciamo che il Black Metal delle origini a quello serviva, disagio, rabbia, odio e culto delle Tenebre. Un disco ostico a tutti gli effetti, difficile da ascoltare e tanto meno da assimilare, ma il black Metal è anche questo.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 6/10

Tracklist

1. Pentaprotokhaos
2. From Nuclearea to Cosmos
3. Oceanos de Fuego
4. Embryoatomik Penetralia
5. La Puta de Golgota
6. Plutoniuimperium
7. Satanika Genética
8. Nuclear Dawn
9. Atomik Antichrist

Comments are closed.