sabato, ottobre 16, 2021 11:52

Triumfall – Deaths are His Monument (Ep, 2011)

Ep rilasciato direttamente dallo stesso combo serbo che per questa occasione sceglie l’auto-produzione.
Il progetto si forma nel 2006 in Kragujevac, Serbia, l’anno successivo è la volta della prima release discografica : il demo auto-prodotto e semplicemente intitolato “Promo 2007”.
Seguono tre anni intensi e il contratto siglato con la Forces Of Satan (etichetta di proprietà di Infernus dei Gorgoroth) che li porta a realizzare il primo album nel 2010 : Antithesis of All Flesh; nel primo album il combo serbo ci propone un ottimo black metal anche se manca un po’ di originalità e questo penalizza molto l’album, soprattutto nelle varie recensioni (parlo sia di webzines che di magazines del settore).
Tuttavia le qualità ci sono e allora, un anno dopo, optando per l’auto-produzione realizza la terza release, questo Ep di due brani.
Questa la formazione : Defluens – batteria; Vorzloth – chitarre; Atterigner – voce; Inomatanas – basso.
Le tematiche liriche ricorrenti vanno dall’oscurità alla morte; per quanto concerne la parte musicale il combo serbo ci propone un sapiente black metal bilanciato perfettamente fra potenza e melodia; senza per questo risultare banale o classificabile nel filone symphonic black metal.
“ Deaths are His Monument “ prima traccia e title-track dell’opera. Fin da subito l’ascoltatore viene invaso dalla potenza della produzione e da una base ritmica perfetta, sostenuta egregiamente dallo strapotere dietro la batteria di  Defluens. L’asse basso-batteria (Inomatanas al basso esegue un lavoro grandioso) è il vero fulcro dell’introduzione. A ridosso del primo minuto tutto cambia radicalmente grazie ad un lieve rallentamento. Dopo pochi secondi entrano in scena le ottime scream vocals di  Atterigner; autore di uno scream potente e personale. Durante lo scorrere della traccia troviamo svariati cambi di tempo e ritmo che alimentano la longevità e la bellezza della composizione senza snaturare l’intento finale del combo serbo. Ottima composizione.
“ Black Devotion Manifest “ seconda e ultima composizione del disco. Già dalle prima battute notiamo la differenza con la traccia precedente; pur mantenendo un concept di base molto simile a livello lirico. Notevole la prova al microfono di  Atterigner autore non solo di uno scream potente e personale ma anche di epiche parti recitate in clean. Composizione strutturalmente molto complessa con numerosissime variazioni stilistico-compositive che impreziosiscono l’operato del combo serbo. Una vera e propria macchina da guerra risulta essere, ancora una volta, Defluens dietro il drumset. Perfetto in ogni singola sfumatura; sia quando macina velocità e potenza incredibili che quando frena lievemente, rallentando la velocità d’esecuzione.
Un ottimo ritorno per il combo serbo; spero il livello qualitativo (che comunque non ha mai abbandonato i Triumfall) continui anche con i futuri lavori discografici.
Per ora non mi resta che consigliarne l’ascolto ad ogni sostenitore del genere.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1.Deaths are His Monument
2.Black Devotion Manifest

Comments are closed.