sabato, ottobre 16, 2021 11:22

Timor et Tremor – Towards The Shores Of Light (Ep, 2011)

Combo black metal tedesco alla terza uscita discografica, ancora una volta autoprodotta.
Il gruppo si forma nel 2005 e nel 2007 realizza il primo demo “The Winding Path” seguito nel 2009 dal primo album “My Oaken Chest” tutti e due auto-prodotti come questo Ep.
Nel 2011 è la volta di questo Ep che sto recensendo.
Le tematiche liriche sono intrise di riferimenti continui al paganesimo germanico; la proposta musicale è un potente pagan black metal.
La line-up è la seguente : Jan Prüssing – batteria; Marco – chitarra, basso; Hendrik Müller – voce.
“ Black Havoc “ ad aprire l’Ep ci pensa una traccia molto tirata, particolarmente battagliera ed intrisa di sentimenti profondamente pagani, grazie ad un testo ricco di significati storico-culturali e per nulla banale. La struttura del brano, durante lo scorrere dei minuti, subisce notevoli variazioni stilistico-compositive che alimentano la longevità e la bellezza d’insieme. Ottimo lavoro da parte del terzetto tedesco, con un’ottima prova dietro il drumkit di  Jan Prüssing; notevoli gli inserimenti chitarristici di Marco, così come le scream vocals di  Hendrik Müller.
“ In My Oaken Chest “ splendida l’introduzione realizzata con strumenti acustici, trasognante e melodica; il tutto cambia radicalmente a ridosso del primo minuto quando entrano in gioco sia la parte strumentale con l’asse chitarra/batteria che le scream vocals (nella seconda parte del brano c’è perfino un momento per delle epiche parti vocali pulite) vocals di Hendrik Müller. La traccia diventa una cavalcata di pagan black metal che trascina l’ascoltatore in territori lontani ma incredibilmente ricchi di fascino e storia.
“ Night’s Radiance “ l’ultima traccia dell’Ep rappresenta probabilmente al meglio il suono della formazione tedesca. Perfetto equilibro fra black metal, paganesimo, parti d’atmosfera. Sapiente la tessitura strumentale, così come le scream vocals (sempre agguerrite ma mai eccessive). Traccia che chiude il disco in maniera assolutamente perfetta e si candida ad essere, con tutta probabilità, la migliore composizione del lotto.
Buono lavoro per i tedeschi Timor et Tremor; spero che qualche etichetta si accorga del grande valore della loro proposta musicale e li metta sotto contratto.
Decisamente consigliati agli amanti del pagan black metal.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. Black Havoc
2. In My Oaken Chest
3. Night’s Radiance

Comments are closed.