martedž, settembre 26, 2017 21:36

The Ruins of Beverast – Blood Vaults – The Blazing Gospel of Heinrich Kramer (2013)

Un viaggio nella follia pi√Ļ oscura questo quarto full length dei tedeschi Ruins of Beverast, e non poteva essere altrimenti, visto che si √® voluta ‚Äúraccontare‚ÄĚ la storia di un rappresentante della Cristianit√†, Heinrich Kramer, inquisitore del 1400, autore di quel Malleus Maleficarum che tanta sofferenza e disperazione port√≤ nella storia di quell’epoca, un personaggio detestabile sia dal genere femminile nel considerare il suo disprezzo verso le donne, tanto da quello maschile, nell’aver¬† voluto castrare fisicamente e psicologicamente ogni forma di piacere; il simbolo terreno del male e della follia che la Chiesa ha sostenuto nei secoli. Profondamente oscuro,¬† non estremo ma rituale, imponente e malato, Blood Vaults sembra esternare in musica, il mondo paranoico e profondamente ecclesiale di Kramer, l’aspirazione alla santit√† riconoscibile nelle nenie dei cori, la sua follia espressa da una voce cavernosa, i suoni imponenti, come imponente era percepita la figura di un inquisitore dalle sue vittime e inesorabili come le sue sentenze. Eppure, in alcuni momenti dell’album, come nella mente del folle, ritroviamo alcuni attimi di pura melodia, l’immagine sfuggente di un improbabile paradiso guadagnato dall’imposizione dell’inferno sulla Terra. Non c’e dubbio nel dire che questo album rappresenti la raggiunta maturit√† della band, riuscendo a dare vita ad un’opera dark coinvolgente, teatrale e leggermente barocca, in qualsiasi caso, ben riuscita: un omaggio alla follia religiosa e alla sua totale perversione.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8,5/10

Tracklist

1. Apologia
2. Daemon
3. Malefica
4. Ornaments on Malice
5. Spires, the Wailing City
6. A Failed Exorcism
7. Trial
8. Ordeal
9. Monument

Comments are closed.