giovedž, novembre 21, 2019 08:19

The Devil’s Blood – The Time Of No Time Evermore (2009)

Devo dire la verit√†. Quando ho iniziato ad ascoltare questo album….mi sono fatta prendere dal panico. Abituata a sonorit√† pesanti, violente, a volte armoniche altre l’apoteosi del caos, trovarmi di fronte ad un disco che sembra essere un inno all’Hard Rock se non proprio all’Heavy Metal stile Blue √Ėyster Cult, specialmente l’uso vocale, anche se in questo caso, al femminile….mi ha decisamente spiazzato. Ci sono voluti diversi ascolti per capire il senso, e non √® detto che ce l’abbia fatta in toto, di questo disco. Iniziamo col dire che a differenza di gruppi tipo Iron Maiden, dove il male era solo una parola senza contenuto reale, i Devil’s Blood, lo esprimono in tutta la sua complessa e molteplice forma, in una esposizione musicale pi√Ļ semplice e diretta di come potrebbe farlo il Black Metal ortodosso. Per dirla in breve, l’Heavy¬† raggiunge una massa pi√Ļ sostenuta di persone, le tematiche riguardano nella maggior parte uomini e circostanze, in questo caso le tematiche sono legate all’occulto e all’esoterismo, ostiche per molti, infatti il Black Metal √® un genere d’√©lite, non tutti accettano le sue sonorit√† ma soprattutto le idee di fondo, ma l’Hard Rock e l’Heavy Metal…chi non l’ha ascoltati almeno una volta nella vita?
Tornando al disco, per quanto difficile per me esprimere un’opinione attendibile, non sono mai stata una grande appassionata di queste sonorit√†, non vi √® dubbio che questi olandesi sappiano il fatto loro, ineccepibile la produzione e l’esecuzione, metterei tra l’altro in evidenza The Yonder Beckons, il cui testo √® stato scritto da Erik, voce dei mitici Watain e la conclusiva The Anti-Kosmik Magik, forse proprio perch√® non essendo un’esperta del genere Heavy, mi danno l’idea di essere diverse dalle altre, come due rose nere in un mazzo di candidi gigli, senza togliere nulla alla bellezza di questi ultimi. Comunque, di una cosa sono sicura ora….di quanto avessero ragione in passato, coloro che affermavano che questa era la musica del Diavolo, la voce ce l’ha messa Farida.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1. The Time Of No Time
2. Evermore
3. I’ll Be Your Ghost
4. The Yonder Beckons
5. House Of 10.000 Voices
6. Christ Or Cocaine
7. Queen Of My Burning Heart
8. Angel’s Prayer
9. Feeding The Fire With Tears And Blo
10. Rake Your Nails Across The Firmamen
11. The Anti-kosmik Magick

Comments are closed.