sabato, novembre 18, 2017 00:55

Temple Nightside – Condemnation (2013)

Release d’esordio per gli australiani  Temple Nightside,  uno di quegli esordi che ti pone il dubbio sul fatto che il Diavolo abbia trovato voce e spazio nella nostra dimensione. Un album sporco Condemnation, diabolico in ogni sua nota, sgraziato e crudele, profondamente oscuro e maligno. Non basato su velocità estreme o sonorità da Apocalisse, ma sinceramente convincente nel creare un malessere profondo e una sensazione di disagio che non ti abbandona fino alla fine. Profondamente Black, pur non tralasciando qualche sfumatura Death e, giusto per dare il senso di locazione “questo è l’Inferno”, Ambient, in cui ho provato a cercare uno spiraglio di luce tra le tracce…ma nulla, il  disco  è il concentrato della cattiveria e del male assoluto, a cui danno forma tangibile i toni bassi e una parte vocale gutturale e profonda, tuttavia, troviamo attimi di maestosa e perversa epicità, una sorta di omaggio alla potenza e al fascino del Lato Sinistro. Ottimo inizio, che  Lucifero sia con voi…..

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7.5/10

Tracklist

1. Shrine of Summon (The Great Opposer)
2. Exhumation; Miseries upon Imprecation
3. Abhorrent They Fall…
4. Pillar of Ancient Death (Commune 2.1)
5. Dagger of Necromantic Decay (Eater of Hearts)
6. Ascension of Decaying Forms
7. Command of the Bones (Commune 2.2)
8. Miasma

Comments are closed.