sabato, novembre 18, 2017 09:53

Stigmhate – The Sun Collapse (2012)

Devastante come lo stesso titolo, The Sun Collapse, è l’ultima release dei veneti Stigmhate, quasi 35 minuti di duro, puro e maestoso Black Metal. Quello che subito si nota all’ascolto, è la potenza dei brani e il loro ritmo sostenuto, come ogni album Black Metal che si rispetti, vi è una scarsa, se non totale, presenza di melodia, e quella poca serve a dare un tono quasi epico ai brani. Del resto, le tematiche affrontate in questo album, riguardano l’estinzione della razza umana, ma non sarà un’autodistruzione a porre fine alla sua storia,  piuttosto il collasso della stella più vicina a noi, quindi difficile immaginare uno scenario di distruzione apocalittica supportato da un sottofondo melodico,, mentre uno sfondo epico ha tutto ilo diritto di esserci, vuoi per rappresentare  l’ultimo atto dell’umanità disperata e rassegnata o nel descrivere la spettacolare grandezza e la solenne tragicità di una stella morente , che, con drammatica teatralità, trascina verso una fine inevitabile, le creature che vissero e prosperarono nella sua luce. Bella l’alternanza tra sceam e growl, un barcamenarsi tra la disperazione e la rabbia espressa in un potente ruggito di impotenza, mentre a livello strumentale la sensazione che ho provato non è di oscurità, al contrario, è di una luce devastante, già, la fine dell’umanità non sarà avvolta dalle tenebre, ma da una luce accecante e dal calore indicibile,  poi….il buio assoluto.
Disco dall’ottimo livello, decisamente dedicato a chi cerca da sempre la purezza del genere Black Metal, e, come avrete notato, non sempre serve sconfinare in lidi lontani per trovarla.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1. Throne of Eternal Flame
2. Charon
3. Gathered of Isolation
4. Sinless Progeny
5. Architects of Fate
6. Plenary Repulsion
7. In the Last Wake
8. Sun Collapse
9. Luce

Comments are closed.