sabato, novembre 18, 2017 13:45

Silent Carrion – Andras (2012)

Ogni tanto, anche all’interno della produzione black metal italiana, così avara di novità e sperimentazioni, si riescono a rintracciare delle perle come quest’album. I trentini Silent Carrion esordiscono con una produzione pressoché perfetta, ricercatamente studiata in ogni duo dettaglio.
Sul retro copertina di “Andras” si legge: “Homemade music based on noise” e, anche dopo un solo ascolto, si può facilmente comprendere come questa definizione sia quanto mai appropriata. Le otto tracce contenute nell’album, sorprendentemente variegate dal punto di vista della durata, sono infatti un’elegante rappresentazione del termine sperimentazione, dove a passaggi classici alla Sunn O))), si intrecciano fluentemente momenti di noise dove la voce, già flebile e spesso ridotta a poco più di un rantolante lamento, sparisce per lasciare spazio ai puri suoni, distorti, inaspettati e taglienti. Una vera e propria esperienza musicale di gran classe, un viaggio che nessun amante delle sperimentazioni si deve lasciar sfuggire.

Recensione a cura di: Akaah

Giudizio complessivo: 9.5/10

Tracklist

01 Mountain (An Invocation)
02 Mist
03 Fear Spreads Like Plague
04 The Ground Seems Hollow
05 Echoes from a Deep Chasm
06 Copper
07 Suprematism (Sickness)
08 Krieg

Comments are closed.