martedž, febbraio 19, 2019 17:19

Sargeist – Lair of Necromancy (Ep, 2011)

Nuovo Ep per lo storico progetto finlandese Sargeist.
Disco rilasciato dall’etichetta discografica statunitense¬† Hospital Productions in vinile sette pollici, con un elegante inserto con testi realizzato in double sided 7×7.
Il progetto parte nel 1999 come un side project del solo Shatraug, ma diviene via via un progetto vero e proprio; un punto di riferimento per la scena black metal mondiale.
Inutile ricapitolare la storia del progetto finlandese ma come non citare quegli splendidi esempi di puro black metal quali : “Satanic Black Devotion” (album del 2003); Disciple of the Heinous Path (album del 2005) oppure “Let the Devil In” (album del 2010) per non parlare degli Split, Demo ed Ep che hanno costellato di gemme nere la discografia del combo nordico.
Questo Ep arriva alcuni mesi dopo lo split “Crimson Wine / As the Blood Flows On…” in compagnia del progetto australiano Drowning The Light.
La proposta musicale del progetto è da sempre un black metal veloce, potente, classico ma tuttavia personale e particolareggiato (come solo i grandi sanno fare).
Le tematiche liriche vanno dal satanismo al nichilismo pi√Ļ estremo; dalla depressione misantropica al culto del maligno in tutte le sue forme.
Questa la line-up del progetto finlandese : Shatraug – chitarra; Horns – batteria; Hoath Torog – voce; Vainaja – basso.
In pratica una sorta di unyo mystica maxima fra Horna e Behexen ovvero le leggendi viventi del black metal a livello mondiale.
‚Äú Nightmares and Necromancy¬† ‚Äú la prima composizione del lotto √® di una bellezza disarmante. In apertura vengo subito accolto da uno splendido riff portante, creato con estrema bravura dal leggendario Shatraug, ad alimentare la nera bellezza della traccia ci pensano le scream vocals di¬† Hoath Torog e la maestosa sezione ritmica basso-batteria di¬† Vainaja e¬† Horns. Splendida la struttura creata ad arte dal quartetto finlandese, testo impregnato di negromanzia ed altre arti occulte, sviluppato in maniera eccellente. Composizione da brividi; pochissimi al giorno d’oggi, sono in grado di creare brani come questo in ambito black metal e non. Indescrivibili le sensazioni che pervadono l’ascoltatore durante l’ascolto. Traccia perfetta in ogni minimo dettaglio.
‚Äú The Moon Growing Colder¬† ‚Äú la seconda e ultima traccia del lotto √® l’ennesima gemma nera partorita dal combo finlandese. Perfetta la struttura sonora, la chitarra di Shatraug assoluta protagonista fra incursioni melodico-malinconiche e riff incessanti; le scream vocals di Hoath Torog colorano di un nero pece la lirica del brano, rendendo il tutto ancor pi√Ļ malvagio e oscuro. Come non citare la sezione ritmica? Vainaja al basso √® perfetto con i suoi continui giri armonici, cos√¨ come Horns dietro la batteria, un’autentica macchina da guerra.
Ep eccezionale che in sole due composizioni mette in chiaro le cose e fa capire a tutti lo stato di grazia del progetto finlandese.
La premiata ditta Shatraug / Hoath Torog fa sfracelli e regala l’ennesima gemma nera di una discografia perfetta sia per quanto riguarda i Sargesit che per gli Horna ed i Behexen, questi signori non hanno mai sbagliato una release e scusate se √® poco.
Disco da avere.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 9/10

Tracklist

1. Nightmares and Necromancy
2. The Moon Growing Colder

Comments are closed.