sabato, novembre 18, 2017 19:32

Raving Season – Amnio (2013)

Avete presente quei rarissimi, o meglio dire, unici, studenti autodidatti che si presentano agli esami di maturità, e ne escono col massimo dei voti? Ecco, i Raving Season sono una di queste unicità. Questo italianissimo gruppo di Gothic/Doom Metal, si presenta sul mercato con questo loro primissimo full length e, credetemi, non hanno nulla da invidiare a gruppi già affermati nel genere. Una delle cose che immediatamente salta all’orecchio, è l’indispensabilità di ogni singola voce, strumento, rumore o bisbiglio siano contenuti nella totalità dell’album, ogni singola nota è satura di emozioni e sentimenti, ogni passaggio, cambio di tempo o di atmosfera sono un inno all’infinita dolcezza della tristezza, persa in una avvolgente forma onirica, in cui assume un ruolo protettivo e benevolo per l’anima, anche se non mancano attimi di rabbia profonda e oscura, quasi un reazione, un risveglio dalla profonda malinconia,in questi momenti si riesce a sentire qualcosa che esce dallo stile gothic/Doom, uno sconfinamento verso il Death . Perfetto il connubio delle 2 voci femminili, una dai potenti risvolti lirici, l’altra ruvidamente growl, una sorta di Dr. Jekyll e Mr. Hide, 2 voci, 2 diverse realtà, un’unica anima. Una cosa lascia comunque sbalorditi, l’alta maturità raggiunta da questo gruppo, in qualsiasi cosa, nell’esecuzione strumentale e vocale, nella produzione e nell’interpretazione, quindi, trovo assolutamente inutile aggiungere altro, solo questo: un disco bello e perfettamente riuscito, bravi Raving Season.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8,5/10

Tracklist

1. Turandot
2. Dusk Dance
3. My Last Murderer
4. Silent Lake
5. Restless Rain (Il Rumore Della Pioggia)
6. My Darkest Season (pt.2)
7. Testament
8. Suspended in a Spiral
9. Amnio

Comments are closed.