martedž, settembre 26, 2017 21:37

Pursuing the End – Symmetry of Scorn (2013)

Full length d’esordio per gli italianissimi Pursuing the End, a mio avviso, una piacevolissima sorpresa. Ricordo gli esordi della band, in cui proponevano un Symphonic Gothic Metal, e mi ha spiazzato sentire la loro evoluzione verso un Melodic Death Metal, e perch√® no, anche qualche sconfinamento nel Trash,di tutto rispetto, in cui non mancano le parti pesantissime tipiche del genere, accompagnate da una buona dose di melodia e rese ancora pi√Ļ armoniche dalla voce femminile di Chiara Manese. Con questa evoluzione, o meglio, cambio di direzione, si riscontra¬† maggiore aggressivit√†, potenza e coinvolgimento, una maggior forza nell’esprimere¬† emozioni e sensazioni anche tra loro contrastanti, il risultato √® un disco che lascia spazio ai sogni e agli incubi, alla guerra e all’armonia, all’orrore e alla bellezza, insomma…un disco che si ascolta tutto d’un fiato,
aggressivo e melodico al punto giusto, quello che serve per dare la carica, ma senza esagerare. Bravissimi Pursuing the End.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1. The Last Truth
2. Something Remains
3. Cage of Hypocrisy
4. From the Ashes
5. In Vain
6. Mercyful Vengeance
7. Human Revulsion
8. Out of Control
9. Symmetry of Scorn
10. Changes

Comments are closed.