giovedž, settembre 21, 2017 15:37

Pantheist – Pantheist (2011)

Se da sempre c’√® una band che riesce a spiazzare i propri fans, questa √® sicuramente quella dei Pantheist. Panteista, definizione che rappresenta colui che crede che Dio e l’Universo siano la stessa cosa, Dio e l’Universo sono tutto e tutto sono i Pantheist. Partiti come rappresentanti del Funeral Doom, oggi non riesco a catalogarli in un genere ben preciso, s√¨, certo, in quest’album possiamo trovare il Funeral Doom, ma non solo, possiamo trovarci anche dell’Atmospheric e del Progressive, ma, al di l√† del genere, quello che lascia sbalorditi, √® l’imponenza del suono, la tristezza e la malinconia che trapelano da ogni singola nota, una melodia crepuscolare che a momenti risulta straziante, ma con un fondo di dolcezza che mi ha decisamente spiazzata.
Per ascoltare questo disco, dobbiamo dimenticare per un attimo le sonorit√† che generalmente ascoltiamo nei vari generi estremi e riscoprire come sia bello, ogni tanto, ascoltare qualcosa di ‚Äúpulito‚ÄĚ, che non dia adito alla violenta esasperazione che il mondo ci vomita addosso quotidianamente, quanto sia piacevole ascoltare e apprezzare la tristezza che ci induce alla riflessione e riascoltare suoni che sanno di tempi passati¬† ma non troppo lontani.
Quello che troviamo in questo disco, √® l’enfasi della malinconia che, a differenza dell’odio e della rabbia, ci concede il tempo per pensare.
Non c’√® una traccia migliore dell’altra, sono tutte profondamente coinvolgenti e cariche di emozioni,¬† forse in evidenza metterei The Storm, bello l’uso del sax nella parte finale, e Be Here per la loro intensit√†, ma sono tutte veramente splendide. Disco decisamente sconsigliato ai duri e puri di qualsiasi si voglia dire genere estremo, dedicato a chi, nella propria vita, dedica una buona parte di essa alla riflessione, senza eccedere nei propri¬† istinti e senza per questo arrendersi all’evidente sfacelo di questo nostro dannato mondo.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 9/10

Tracklist

1. One of These Funerals
2. Broken Statue
3. The Storm
4. Be Here
5. 4:59
6. Brighter Days
7. Live Through Me

Comments are closed.