sabato, agosto 18, 2018 06:47

Pantheist – Pantheist (2011)

Se da sempre c’è una band che riesce a spiazzare i propri fans, questa è sicuramente quella dei Pantheist. Panteista, definizione che rappresenta colui che crede che Dio e l’Universo siano la stessa cosa, Dio e l’Universo sono tutto e tutto sono i Pantheist. Partiti come rappresentanti del Funeral Doom, oggi non riesco a catalogarli in un genere ben preciso, sì, certo, in quest’album possiamo trovare il Funeral Doom, ma non solo, possiamo trovarci anche dell’Atmospheric e del Progressive, ma, al di là del genere, quello che lascia sbalorditi, è l’imponenza del suono, la tristezza e la malinconia che trapelano da ogni singola nota, una melodia crepuscolare che a momenti risulta straziante, ma con un fondo di dolcezza che mi ha decisamente spiazzata.
Per ascoltare questo disco, dobbiamo dimenticare per un attimo le sonorità che generalmente ascoltiamo nei vari generi estremi e riscoprire come sia bello, ogni tanto, ascoltare qualcosa di “pulito”, che non dia adito alla violenta esasperazione che il mondo ci vomita addosso quotidianamente, quanto sia piacevole ascoltare e apprezzare la tristezza che ci induce alla riflessione e riascoltare suoni che sanno di tempi passati  ma non troppo lontani.
Quello che troviamo in questo disco, è l’enfasi della malinconia che, a differenza dell’odio e della rabbia, ci concede il tempo per pensare.
Non c’è una traccia migliore dell’altra, sono tutte profondamente coinvolgenti e cariche di emozioni,  forse in evidenza metterei The Storm, bello l’uso del sax nella parte finale, e Be Here per la loro intensità, ma sono tutte veramente splendide. Disco decisamente sconsigliato ai duri e puri di qualsiasi si voglia dire genere estremo, dedicato a chi, nella propria vita, dedica una buona parte di essa alla riflessione, senza eccedere nei propri  istinti e senza per questo arrendersi all’evidente sfacelo di questo nostro dannato mondo.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 9/10

Tracklist

1. One of These Funerals
2. Broken Statue
3. The Storm
4. Be Here
5. 4:59
6. Brighter Days
7. Live Through Me

Comments are closed.