martedž, settembre 26, 2017 21:41

Oranssi Pazuzu – Valonielu (2013)

Decisamente gli Oranssi Pazuzu non finiscono di stupire, i diavoli arancioni di Finlandia tornano alla ribalta con un album superlativo, anche se non per tutti i palati. Esponenti di rilievo dell’Avantgard Black Metal, non si sono lasciati sfuggire l’occasione di varcare quei confini da molti giudicati invalicabili, riscoprendo, modificando ed elaborando concetti musicali che uniscono il passato al presente, non sempre appartenenti al mondo del Metal, ma che al tempo stesso hanno riaperto una strada che sembrava ormai senza sbocco per il genere Black. Psichedelici, cibernetici, sognatori e portatori di incubi, gli Oranssi Pazuzu vivono in un mondo parallelo, quello dell’anima, quello in cui le battaglie son fatte con le emozioni e le sensazioni, in cui il caos dei sentimenti viene delineato ed espresso attraverso note a volte incomprensibili, a volte sublimi, molto spesso in melodie dolcissime e dissonanti, un mondo in cui la realt√† √® fatta da illusioni, da verit√† che esplodono in miriadi di colori cangianti o sprofondando in un abisso vuoto e profondamente nero, un universo sintetico che paralizza il corpo per liberare la mente. Non √® semplice amare gli Oranssi Pazuzu, ma chi avr√† il privilegio di ascoltarli, in bene o in male, non potr√† rimanere indifferente. Grande disco, grande band.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8,5/10

Tracklist

1. Vino verso
2. Tyhjä temppeli
3. Uraanisula
4. Reikä maisemassa
5. Olen aukaissut uuden silmän
6. Ympyrä on viiva tomussa

Comments are closed.