sabato, novembre 18, 2017 19:33

Nekrofilth – Devil’s Breath (2013)

Anche se attivi dal 2008, Devil’s Breath rappresenta il vero esordio per gli statunitensi Necrofilth, che ci propongono il loro stile Trash/Death che, pur ricollegandosi alla Old School, riesce a rispecchiare nella loro musica un’inevitabile americanità, meno filosofica e molto più metropolitana, meno occulta e molto più underground. Senza cercare di innovare o stravolgere il genere, i 13 brani contenuti nell’album, tutti di breve durata, scorrono a ritmo sostenuto, anche se a mio avviso, più che a una devastante sensazione di morte e distruzione,  sembra di intravvedere un’incontrollabile guerriglia urbana, non l’inevitabile distruzione dell’umanità, ma una e vera propria rivoluzione in corso, una sensazione più materiale che spirituale, alla portata di tutti. Un esordio piacevole, non eclatante, ma ben indirizzato, solo il tempo potrà darci delle conferme, per il momento, ascoltiamoci questo album senza porci troppe domande.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1. Crave the Grave
2. Scum Freak
3. Wormskull
4. Death Rush
5. Deep Inside Disease
6. I’m a Degenerate
7. Crocodile
8. Junkie Cunt
9. Devil’s Breath
10. Lead Us to the Death
11. Smear the Sleaze
12. Volcanic Zit
13. Blood Bug

Comments are closed.