sabato, novembre 18, 2017 00:52

Nebrus – From the Black Ashes (2012)

Primo full length per  questa band toscana, nata nel 2008 come rappresentante del genere Black/Doom Metal, e con all’attivo un demo,Twilight of Humanity del 2009.Con From the Black Ashes, la band sembra mantenere fede a quella ortodossia del genere che ci riporta nel Nord Europa degli anni 90, ma aggiungendo quel tocco di originalità personale che lo rende diverso dagli annosi stereotipi. Iniziamo dall’inserimento di quelle contaminazioni Atmospheric che nonostante la ruvidità dei suoni, riesce a ritagliare uno spazio per attimi di solenne e oscura melodia; passiamo poi all’uso vocale, che si districa tra uno scream esasperato e raggelante e un clean da oltretomba, ne è un plateale esempio la bonus track, Banquet of Oblivion, la giusta miscela per dare voce alla Morte, sempre presente nelle tematiche affrontate dalla band. In effetti l’album non sembra il classico omaggio all’Inferno e al suo padrone, ma un’evidente e rassegnata sottomissione alla Nera Signora, unica e inevitabile soluzione all’inferno della vita. Decisamente positivo il giudizio nei riguardi di questo disco d’esordio, non mi rimane che dire…buona fortuna Nebrus.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. Apocalypse
2. Chaosong
3. Chains
4. Damned
5. Falling
6. End
7. Banquet of Oblivion (Bonus)

Comments are closed.