martedž, luglio 16, 2019 08:13

Nachts – Invokation (Ep, 2011)

La teutonica one man band Nachts, guidata da Wiedergaenger (mente e braccio del progetto) arriva alla seconda release.
Un Ep di quattro tracce, tutte molto corte, ma decisamente ben suonate, strutturate e con pregnante mood esoterico.
Il progetto Nachts nasce nel 2009, e diventa discograficamente attivo lo stesso anno, grazie alla prima uscita discografica, l’ep GeistesGegenwart.
Disco molto interessante per vari aspetti : il primo √® rappresentato dall’altissimo livello esoterico delle liriche, il secondo dalle atmosfere ed il terzo per il packaging (anche questo non meno interessante, anche se da un punto di vista, chiaramente, estetico). Il disco infatti fu rilasciato sotto forma di tape, limitata a centoventiquattro esemplari numerati a mano).
Ma ora veniamo a questa seconda uscita, il disco si presenta in sette pollici, con un artwork curato e malsano che rende molto bene l’idea del tipo di musica proposta dall’artista tedesco.
La produzione √® stata, ancora una volta, fatta dall’etichetta Karge Welten Kunstverlag che ha curato in maniera ineccepibile il sette pollici, donandolo di un booklet molto curato e impreziosito da splendide illustrazioni medievaleggianti.
Lo stile proposto √® rimasto pi√Ļ o meno invariato nel tempo, puro black metal incontaminato; per quanto riguarda le tematiche liriche, come dicevo prima, la componente esoterica √® essenziale.
Wiedergaenger (figura nota nell’underground nero tedesco) si occupa di tutto, dalla voce alla musica; dalla composizione musicale alla realizzazione dei testi.
‚Äú Flut ‚Äú introduzione trasognante che introduce l’ascoltatore nell’invocazione condotta da¬† Wiedergaenger; quest’atmosfera placida viene bruscamente interrotta dallo strapotere compositivo che da li a poco si abbatte sull’ascoltatore di turno. Un muro ritmico possente, sorretto alla grande dall’artista tedesco. Sapiente il lavoro di Wiedergaenger ; perfetto fra basso, chitarra e batteria ad erigere un muro sonoro impenetrabile. Molto particolari anche le scream vocals : maligne e gelide. Arte esoterica in musica, concentrata in meno di tre minuti.
‚Äú Filter ‚Äú anche in questa seconda traccia ritroviamo un introduzione soave, ma solo per pochissimi secondi, poi esplode una cavalcata di puro black metal incontaminato. Splendidi gli inserimenti chitarristici presenti lungo lo scorrere della traccia, l’unico momento ‚Äúmelodico‚ÄĚ all’interno del brano. Perfette le variazioni stilistico-compositive che donano ulteriore longevit√† al disco.
‚Äú Fokus ‚Äú composizione ragionata, meno istintiva e tirata rispetto alle due tracce precedenti che sono veri e propri pugni nello stomaco. Tutto questo almeno per il primo minuto e venti, dopodich√© la traccia cambia radicalmente e la struttura portante si trasforma in un furioso black metal primitivo. Queste due anime convivono perfettamente nella traccia; assieme alle maligne scream vocals. Ancora una volta, Wiedergaenger riesce a colpire nel segno con una traccia complessa, dall’alto valore esoterico, ermetica e che si sviluppa in soli tre minuti.
‚Äú Fund ‚Äú l’ultima traccia del lotto, gode ancora una volta di tutti gli elementi tipici che ho gi√† citato precedentemente nelle altre composizioni; tuttavia riesce lo stesso a risplendere all’interno dell’Ep per le particolarissime variazioni stilistiche dovute prima di tutto (ma non solo) ai rallentamenti seguiti da ripartenze di puro black metal. Molto bello il finale in sfumato.
Ep magnifico; per andare a cercare il pelo nell’uovo si potrebbe dire che la durata totale dell’opera √® scarsa.
Tuttavia si tratta di vera e propria arte nera come di rado capita di sentire in un mercato sempre pi√Ļ affollato da prodotti sufficienti e mediocri.
Splendide le liriche, eccellente la composizione, molto buona la produzione.
Disco consigliato ad ogni amante del genere; da avere anche per lo splendido artwork realizzato con estrema cura e professionalità.
Rarissime volte, mi è capitato di vedere, un booklet tanto curato per un sette pollici, altro punto a favore (e non di poco conto).

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1. Flut
2. Filter
3. Fokus
4. Fund

Comments are closed.