sabato, ottobre 16, 2021 11:45

Master’s Hammer – 7″SP (Ep, 2012)

Nuova release auto-prodotta per lo storico combo Master’s Hammer, alfieri dell’avanguardia nera dal lontano 1987.
Questo Ep è dedicato all’artista Martin Vrana.
Ma procediamo con ordine e facciamo un po’ di storia del gruppo.
Il combo si forma nel 1987, nello stesso anno rilascia il primo demo “The Ritual Murder”, che negli anni verrà seguito da altri cinque demo, uno split, una compilation e due Ep.
Ogni uscita del progetto Master’s Hammer meriterebbe di essere analizzata quale piccola opera d’arte nera, ma questo titolo senza dubbio è riservato ai meravigliosi full-length, che durante gli anni il gruppo della Repubblica Ceca, ha donato agli ascoltatori.
“Ritual” (1991); “Jilemnicky Okultista” (1992); “Slàgry” (1995); “Mantras” (2009); “Vracejte konve na misto” (2012). Dischi che chiunque apprezzi anche solo lontanamente il black metal sperimentale deve avere in collezione e venerare come reliquie.
Lo stile proposto, come sempre, è un black metal sperimentale.
Le tematiche liriche vanno dallo spiritismo all’occultismo passando per le tradizioni popolari della loro terra, la Repubblica Ceca.
Questa la formazione  : Honza Kapàk – batteria; Necrocock – chitarra; Silenthell – timpani; Franta Storm – voce, chitarra;
Nel disco troviamo anche un guest, il chitarrista Petr “Blackie” Hosek qui in veste di voce aggiuntiva.
“ Trans galactic Butcher “ dopo una introduzione di qualche secondo, arriviamo nel cuore della composizione, grazie ad una struttura sonora particolareggiata e suonata con perizia tecnica dal combo della Repubblica Ceca. Eccellente la sezione ritmica, con un drumming preciso e potente, le scream vocals fanno il resto. Ci si può solo inchinare di fronte a cotanta maestria compositiva. Tutti i vari gruppi che dicono di fare “black metal sperimentale” dovrebbero studiare dai veri maestri del genere che continuano ad essere questi geniali e pazzoidi Master’s Hammer.
“ Color of the Space “ continuazione del brano precedente, ma allo stesso tempo, composizione che differisce totalmente dall’altra. L’unica continuità è da trovarsi nella straordinaria follia compositivo-esecutiva del prodotto finale. I maestri, come dicevo prima, rimangono sempre loro. Poco da dire, puro black metal sperimentale, suonato e prodotto al meglio. Chapeau.
Il nuovo Ep rilasciato dai leggendari Master’s Hammer si presenta come l’ennesimo riuscitissimo tassello del puzzle.
Onore a questi straordinari musicisti che dal lontano 1987 partoriscono capolavori leggendari di sperimentazione nera.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1. Trans galactic Butcher
2. Color of the Space

Comments are closed.