mercoled, novembre 22, 2017 20:14

Heretic Cult Redeemer – Heretic Cult Redeemer (2013)

Omonimo full length d’esordio per gli ellenici Heretic Cult Redeemer,  che con la loro musica sembra abbiano voluto cancellare il caldo sole dell’Egeo per sprofondare nel gelido inferno del Nord. Indiscutibilmente Black questo disco, sembra prediligere la forma più occulta e meditativa, la parte più teatrale, tragica e rituale invece di quella più classicamente distruttiva; nel disco non prevalgono le parti estremamente veloci o esasperate, anche la melodia trova il suo spazio conferendo all’insieme dell’album un tratto piacevolmente atmosferico seppur oscuro e malevolo, senza mai scivolare in inutili barocchismi. Tutti i brani sono di buon livello, anche se tra tutti, a mio parere, spicca un piccolo gioiellino: Unknown Salvation. Heretic Cult Redeemer non si presenta come un prototipo innovativo, ma si tiene ancorato a tutto ciò che un estimatore del genere richiede a qualsiasi nuova release, che sia semplicemente un buon disco di Black Metal, e come opera prima, sempre a mio parere, lo è.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. Crawling Hope
2. Bleeding of the Giant Sun
3. The Oldest of Times
4. Concatenation
5. Destiny of Death
6. Unknown Salvation
7. 7

Comments are closed.