domenica, marzo 24, 2019 11:24

Frost – As the Frost Lays on the Fir Trees (Ep, 2010)

Progetto canadese, attivo dal 2007 ad opera del solo Lord Scrotum che, fin dal principio, si occupa di tutto (composizione musicale, lirica e voce).
Dopo due demo, due split, una compilation e un full-length realizzato nel 2010 arriva la notizia dello split.
Prima dello split, però, il musicista canadese ci regala un’ultima perla di rara bellezza; consolidata in questa pregevole ultima opera.
Ep distribuito esclusivamente dalla Maltkross Distribution in 200 esemplari.
Lo stile particolarissimo del progetto Frost è, ancora una volta, il vero trademark che lo distingue dalle moltitudini di progetti e black metal acts similari.
I testi parlano di onore, orgoglio, guerra ma anche della bellezza della natura.
“ Heathen Awake “ la prima composizione della release è interamente dedicata alla rinascita pagana. Splendido testo, meraviglioso l’incedere aulico e delicato della chitarra così come notevole è il cantato in clean. In poco meno di due minuti il buon Lord Scrotum ci regala una perla rara.
“ Temple of Wisdom “ seconda traccia del lotto. Dopo alcuni preziosi riff chitarristici intrecciati abilmente l’uno dentro l’altro arriva tutta la struttura portante e la composizione è finita anche grazie alla splendida prova vocale del mastermind canadese. Uno scream convincente e personale, abilmente miscelato ad un sapiente clean. La produzione grezza, ruvida e sgraziata fa il resto. Marcescente e al tempo stesso ricercato. Putrescenza ed eleganza sonora si mischiano creando un vero e proprio capolavoro nero. Uno degli episodi migliori del disco.
“ As the Frost Lays on the Fir Trees “ produzione prettamente raw, splendida la costruzione compositiva, e una costruzione d’insieme vincente. Ennesima traccia epica che vede il grande artista canadese abilmente diviso in una struttura ritmico-compositiva eccezionalmente elegante ma allo stesso tempo ruvida, tagliente e equamente diviso fra clean vocals (epici ed ispirati) e scream vocals (personali e interessanti).  Grandissimo brano.
“ L’entre des Trolls “ traccia che riprende le atmosfere delicate dell’introduzione con cantato pulito (per tutta la durata del brano) e placidi arpeggi chitarristici che portano l’ascoltatore in un meraviglioso viaggio onirico. Ottima composizione.
“ Hail Odin, Hail! “ un sentito omaggio a Odino, cantato a gran voce (un epico clean) e una struttura ritmico-compositiva molto elevata che dona ulteriore bellezza ad un disco dall’alto contenuto artistico.
L’ultimo atto di un progetto che ha saputo regalare grandi soddisfazioni a chi ha saputo coglierne la vera essenza.
Spero al più presto di sentire nuovamente il Lord Scrotum alle prese con qualche nuova creazione nera.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1.Heathen Awake
2.Temple of Wisdom
3.As the Frost Lays on the Fir Trees
4.L’entre des Trolls
5.Hail Odin, Hail!

Comments are closed.