sabato, novembre 18, 2017 00:33

Fosch – Ghèra öna öltà… (2013)

Devo ammettere che mi fa strano, ascoltare la parte vocale di questa band, che, strano ma vero, capisco perfettamente…saranno le stesse origini? Ma che i bergamaschi Fosch cantino i loro testi in dialetto bergamasco è sicuramente una cosa interessante, anche perché questo dialetto sembra prestarsi egregiamente alle sonorità profondamente Black Metal proposte dalla band, molto meglio dell’italiano. Legati profondamente all’ortodossia del genere, questo loro secondo full length sembra aver accentuato la loro parte più oscura, avvalendosi anche di un growl che inserito in uno scream acido ed esasperato, tende a rendere più teatralmente drammatica la parte vocale e, allo stesso tempo, aggiungere quel pizzico di Death sufficiente ad esasperare un atmosfera già di per sé stessa horrorifica e pesante. Poco spazio per la melodia, più che altro inserti di Epic malato e grezzo, unici spazi armonici nella totalità di un’opera brutale e profondamente crudele.
Decisamente un’evoluzione in positivo per questa band, che, indubbiamente, continuando su questa strada, potrebbe riservare ottime sorprese, inserendosi a pieno diritto in quello spazio musicale tanto ostico alle orecchie dei nostri connazionali.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Track list

1. Ol Rossàl
2. La cà di spérecc
3. Al parlàa cói mórcc
4. I sàcoi del Diàol
5. L’ Òm di sèt capèi
6. Ol Serpènt dèla Còrna Rósa
7. Stöf

Comments are closed.