sabato, novembre 18, 2017 10:01

Faal – The Clouds Are Burning (2012)

Dopo 4 anni dalla pubblicazione del loro album d’esordio, riecco gli olandesi Faal, con questo bellissimo disco di Funeral Doom Metal, ci aggiungerei anche una goccia di Depressive, che, per essere solo al secondo tentativo, stanno dimostrando di poter entrare a pieno titolo nel Gotha di questo genere così particolare. Maestoso e oscuro, dolce e tormentato,  triste e onirico, gli ingredienti per essere apprezzato dagli appassionati del genere, ci sono tutti, contenuti in sole 4 lunghe tracce; è spiazzante ascoltare un growl tanto tragico su note così dolci e malinconiche, invece che attenuarne l’effetto, sembra acuirlo nel dare quella sensazione di malcelata e magica tristezza, non riesce ad abbandonarci nemmeno nelle parti più disarmoniche e dissonanti. Come già detto in precedenza, l’album è composto da 4 lunghe tracce, ognuna delle quali sembra il singolo capitolo di un libro, ognuna parte integrante di una storia senza lieto fine, ognuna con i suoi mesti personaggi, ognuna con i suoi paesaggi spettacolarmente spettrali, degna colonna sonora per un fantasy-horror, ognuna coinvolgente e avvolgente come un sudario….tutte unite da un sottile filo di seta nera nel descrivere in forma sonora il devastante fascino della Morte.
Disco, a mio avviso, splendido.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 9/10

Tracklist

1. My Body Glows Red
2. The Insistance’s Wish
3. Tempest
4. The Clouds Are Burning

Comments are closed.