lunedě, novembre 20, 2017 17:14

Evangelist – In Partibus Infidelium (2011)

Debut album per la band polacca Evangelist, che propone un doom metal ispirato (che novitĂ ?) dai lavori di Howard e Lovecraft, usando toni ricercati ed oscuri.
Il full-length, che raggiunge a stento i 40 minuti, si configura infatti come una produzione ricca e sfaccettata, dove accanto ad una suadente voce prevalentemente in clean, si affianca una parte strumentale metallica e ridondante dove, accanto a un riffing costante e cadenzato, fa la sua figura un basso pesante e freddo, capace di creare un atmosfera quasi industrial che va ad arricchire l’alone di mistero che aleggia sui brani. Curiose le modulazioni dei vocals, che portano alcune tracce a sfociare nel power, come nella parte centrale di “Funeral Mounds”. Di certo una produzione molto varia e poliedrica, che merita un ascolto più di mille parole. Raccomandata a chi ama le sperimentazioni e i mix di generi diversi.

Recensione a cura di: Akaah

Giudizio Complessivo: 9/10

Tracklist

1. Children of Doom
2. Funeral Mounds
3. Doommonger
4. Ulterior Gods
5. Cthulhu Rising
6. Confiteor

Comments are closed.