lunedì, novembre 20, 2017 13:27

Eschaton – An Instrument of Darkness (Ep, 2010)

Nuovo lavoro, autoprodotto, per questo interessante progetto black metal.
Il gruppo Eschaton proviene dall’Austria. Il progetto viene creato nel 2002; passano due anni e tramite l’etichetta Ashen Productions realizzano il primo full-length intitolato “GodMode” un ottimo debutto ; per altro chi volesse sia questo che il lavoro che sto per recensire nel dettaglio li può trovare presso il sito ufficiale del gruppo sulla piattaforma bandcamp.
Dopo il debutto passano sei lunghi anni, il combo è maturato ancora e, grazie ai due brani presenti in questo Ep, fa capire che tutti gli anni trascorsi sono serviti a rendere il prodotto finale ancor più affascinante sia per quanto riguarda le liriche che per la musica.
Questa la line-up degli Eschaton : L. X. Sethnacht – voce, chitarra; TN – basso; Horn – chitarra; HS – batteria.
“ An Instrument of Darkness “ fin dalle prime battute possiamo intuire l’elevatissimo livello tecnico-compositivo proposto dal combo austriaco. Ottimo il riff portante su cui poggia l’intera composizione; un meraviglioso intreccio fra basso, chitarre e batteria. Letale la prova di HS dietro la batteria. Perfetta l’impalcatura sonora eretta dal combo; straordinaria performance vocale di  L. X. Sethnacht che regala anche ottimi riff chitarristici impreziosendo notevolmente la composizione. Per un minuto e mezzo abbondante siamo invasi da una scarica di pura violenza nera come la morte. Superata questa parte troviamo un rallentamento seguito da una stupenda ripartenza che dona alla traccia longevità e una perfetta disarmonia d’insieme che conferisce alla composizione un alone malsano. Strutturalmente superiore; egregio black metal.
“ Isolated Intelligence “ seconda ed ultima traccia e se possibile il livello compositivo è ancor più devastante e perfetto in ogni singolo momento di questa lunga composizione oscura e ammaliante al tempo stesso. Splendida prova del quartetto austriaco, assolutamente perfetto lo scream di  L. X. Sethnacht così come il drumming incessante di HS capace di fare reparto da solo e coadiuvato alla grande dalla splendida performance di basso e chitarre. Amalgama sonora magnifica. Molto interessante la doppia voce scream-clean presente nel brano che rendo il tutto più godibile ed estremamente dinamico. Interminabili le variazioni stilistiche che interessano il brano portandolo a livelli sempre più elevati man mano che passano i minuti. Straordinariamente intensi gli inserimenti chitarristici presenti negli ultimi minuti secondi della composizione che riescono a farsi largo in un muro sonoro intricatissimo e granitico. Grandissima traccia che chiude in maniera perfetta l’Ep.
Grandissimo disco, vero black metal con ottimi testi (ricchi di riferimenti filosofici e mai banali), suonato prodotto ed arrangiato in maniera sublime.
Attendo con ansia una nuova release del quartetto austriaco.
Se amate il black metal supportate gli Eschaton e non ve ne pentirete.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1.An Instrument of Darkness
2.Isolated Intelligence

Comments are closed.