lunedě, novembre 20, 2017 05:38

Enthral – Obtenebrate (2012)

Quarto full-length per i norvegesi Enthral che, con “Obtenebrate”, fanno il loro modesto ritorno sulla scena a due anni dall’ultima produzione, l’EP “Spiteful Dirges”.
Il terzetto scandinavo da dunque vita ad un album lungo, ma poco articolato, al cui interno l’originalità è relegata a brevi passaggi, mentre a dominare è un black metal dai toni classici, con un drumming deciso e rapido e la supremazia dei vocals del frontman Kjetil Hektoen. Considerando che Kjetil è anche il batterista della band, si può facilmente dedurre come il talento degli Enthral sia concentrato su questa singola figura, visto che chitarra e basso si districano tra le tracce restando sempre e comunque in penombra, senza osare nei ritmi e nelle sperimentazioni. Di certo, dopo un Ep di successo come “Spiteful Dirges”, ci si poteva aspettare di più, ma va ricordato che l’ultima vera produzione del combo nordico risale al 2003: si può dunque auspicare che il gruppo stia nuovamente carburando dopo la lunga pausa e sia in grado di stupirci nuovamente nel prossimo futuro.

Recensione a cura di: Akaah

Giudizio complessivo: 7/10

Tracklist

1. Obtenebrate
2. The Gospel of Woe
3. Lay Waste the Crops
4. Pallbearer
5. Sepulchre
6. On to the Never
7. The 7th Wave
8. Within the Tomb
9. Fields of Death
10. Death’s Drum

Comments are closed.