lunedž, novembre 20, 2017 05:34

Enslaved – RIITIIR (2012)

Ormai non si contano pi√Ļ le produzioni di questa storica band norvegese, sono vent’anni e oltre che cavalcano l’onda del Viking Metal, senza mai perdere quello smalto che da sempre ha reso apprezzabili le loro opere, specialmente nella loro evoluzione in un Progressive Extreme Metal che ha saputo mettere in evidenza una notevole capacit√† interpretativa, avvalendosi anche di una produzione ed una esecuzione impeccabili. Anche questa loro ultima release, non si allontana dagli schemi sopracitati, ma ancora una volta riesce a far risaltare la capacit√† della band di intrecciare magistralmente atmosfere e sonorit√† che vanno ben oltre allo stereotipo del genere; non ritroveremo una traccia simile all’altra, ma addirittura, all’interno delle stesse, scopriremo un infinito universo di sonorit√†, di continui cambi di tempo e ritmo in cui ritroveremo alcune parti per cos√¨ dire non perfettamente sgrezzate, ma che risultano essere il completamento di una struttura multicellulare che prende origine da un brodo primordiale di sonorit√† estreme ed eteree melodie. Anche la parte vocale √® riuscita a creare un felice connubio tra le parti in clean e un acido scream, riuscendo a creare, o meglio, completare, quella parte dove emozioni e sensazioni prevalgono. Non vi √® dubbio che Riitiir √® uno di quei dischi che non si fa fatica a riascoltare pi√Ļ volte consecutivamente, privo com’√® di quel gran difetto che √® la noia, anzi, a mio avviso, ogni volta si arricchisce di particolari sfuggiti all’ascolto precedente,portandoci a capire e ad apprezzare quest’opera nella sua completezza.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8,5/10

Tracklist

1. Thoughts like Hammers
2. Death in the Eyes of Dawn
3. Veilburner
4. Roots of the Mountain
5. Riitiir
6. Materal
7. Storm of Memories
8. Forsaken

Comments are closed.