martedž, novembre 21, 2017 09:57

Eneth – Baroque Esprit (Ep, 2004)

Metto la prima traccia di questo interessantissimo disco degli Eneth, progetto di Black Metal sperimentale e avanguardistico e mi imbatto subito in una bellissima prima traccia “Baroque Esprit (overture)”, che cattura immediatamente con melodie di chitarra, sapientemente suonata da Davide (anima pulsante della band nonch√© : chitarrista, bassista, cantante, synth e scrittore dei testi).
Il preludio finisce, e parte la seconda canzone dell’ep “Dominion of Splendor” questa inizia con un maestoso intreccio chitarra / tastiere, con uno scream potentissimo e evocativo di Davide mentre¬† Samuel, batterista, fa di tutto per far risaltare il suo strumento suonato alla perfezione e con grinta da vendere. Il suono √® impeccabile e si distinguono chiaramente tutti gli strumenti. Composizione ricca di pathos. Molto indovinati gli stacchi di synth e chitarra, veramente suggestivi, che ricordano melodie veneziane.
Passiamo alla terza traccia di questo ep, “Mort A Venise” traccia introdotta da un grandissimo lavoro col piano al quale si aggiungono, dopo pochi fraseggi, chitarra e batteria. Bellissimi come al solito gli intrecci nei quali si scorgono antiche melodie veneziane che lasciano pian piano spazio alla portante doppia cassa di Sanuel (il livello di registrazione della batteria non √® mai esagerato o sopra le righe) canzone anche questa veramente ben realizzata. Nel mezzo possiamo ascoltare dei magnifici archi e poi di nuovo lo scream imperioso di Davide. Stacchi di tempo imperiosi controllati, come sempre, dalla grandissima melodia che viene creata dagli archi e dal synth di Davide. <br />
“Eurydice’s tears” magnifica traccia che concludeva (originariamente nel 1999) l’ep.
il disco, in questa versione ri-editata,¬† viene chiuso invece dalla 5¬į traccia : Venetian Sunset¬† che chiude in pompa magna l’ep.
In conclusione un disco di puro black metal avanguardistico ottimamente suonato e prodotto. Titolo consigliato a tutti gli amanti della buona musica, black metal e non.

Recensione a cura di: Darkthrone85

Giudizio Complessivo: 8/10

Tracklist

1. Baroque Esprit (overture)
2. Dominion of Splendor
3. Mort A Venise
4. Eusrydice’s Tears
5. Venetian Sunset

Comments are closed.