domenica, giugno 17, 2018 23:37

Dusk – Book Of Satan (2011)

La one man band dell’ungherese Shadow si conferma ulteriormente come un’interessante realtà della scena est europea. Infatti, nonostante  i testi e i contenuti non propriamente originali, “Book Of Satan” rimane una buona produzione, dove la voce narrante del frontman accompagna l’ascoltatore attraverso il lungo viaggio di questa release che si può definire una concept album dedicato, come di consueto, al satanismo, da cui dipendono tutte le liriche. Dal punto di vista strumentale,  pur mancando grandi passaggi strumentali e tecnicismi, come spesso accade in questo tipo di progetti, Shadow riesce a mettere in piedi una ‘coreografia’ d’atmosfera, ricca di spunti originali e con studiati cambi di ritmo, ben valorizzati dall’ottima registrazione. Una gradita conferma.

Recensione a cura di: Akaah

Giudizio complessivo: 8.5/10

Tracklist

1.To Call Him and to Reach Him
2.His Might
3.His Voice
4.He is the Aim
5.To Follow Him Through All Times
6.His Ancient Damnation

Comments are closed.