lunedž, novembre 20, 2017 05:46

Dungeön Hammer / Rust (Split, 2010)

Spit in vinile sette pollici edito dall’etichetta Bestial Invasion Records.
Da un lato troviamo i francesi Dunge√∂nHammer autori di un black metal sapientemente sporcato col thrash metal pi√Ļ puro e ruvido.
Dall’altro lato troviamo gli svedesi Rust, anch’essi marcescentemente immersi nel thrash/black pi√Ļ viscerale ed oscuro.
Si parte subito alla grande con i francesi Dunge√∂nHammer e con la loro prima composizione : ” Hellwolves ” va detto che non si hanno notizie pi√Ļ dettagliate sulla line-up del progetto ma sappiamo con certezza che questa √® la loro prima uscita discografica.
La traccia che apre lo split rimanda subito alla mente l’evoluzione black-thrash metal degli ultimi Darkthrone; sia per quanto riguarda i riff che per la parte vocale (ovviamente con le debite proporzioni del caso). Buona la struttura ritmica, buono lo scream, interessanti gli inserimenti chitarristici e le variazioni stilistico-compositive che troviamo durante il brano (anche se si tratta di episodi sporadici).
‚Äú Bloodkult ‚Äú Naturale proseguimento della traccia precedente. Il ritmo √® ancora confinato in un tempi medio-lenti. La cosa pi√Ļ interessante durante lo scorrere dei minuti √® senza dubbio l’interessante fraseggio chitarristico presente dal primo minuto e mezzo fino a ridosso del secondo. Tuttavia nonostante questo guizzo tecnicamente molto valido la composizione rimane piuttosto piatta ed √® un vero peccato.
Appena concluso il lato dedicato ai transalpini Dunge√∂nHammer si passa ad un thrash/black ancor pi√Ļ tirato e marcescente grazie agli svedsei Rust.
Il duo formato da J (chitarra, basso  e voce) e M (batteria) si forma nel 2006 e dal 2007 al 2010 rilasciano due ep e questo split che sto recensendo
Lo stile del gruppo è maturato e nelle tracce dello split i miglioramenti in fase di songwriting e di esecuzioni sono tangibili.
‚Äú Hellsaw ‚Äú ritmo tiratissimo, grande prova corale del combo svedese. Splendida la trama strumentale cos√¨ come lo scream vocal di J. Ottima traccia che mette in mostra tutta l’abilit√† compositiva del duo. Pregevole il drumming di M. unica piccola nota dolente, un bell’assolo chitarristico per spezzare la tensione accumulata non ci starebbe stato male ma va bene anche cos√¨.
‚Äú Death’s Curse ‚Äú le linee guida del brano non cambiano per questa seconda ed ultima composizione¬† del disco. Come sempre riff sparati a mille e drumming incessante il tutto reso ancor pi√Ļ marcio da una produzione fottutamene raw.
Ottimo split fra due fervide realtà del sottobosco nero mondiale.
Dunge√∂n Hammer bravi ma attendo di ascoltare qualcos’altro per giudicare meglio, per quanto riguarda i Rust direi che sono pronti per il primo album dopo i vari Ep di “rodaggio”.
Split consigliato agli amanti del thrash/black metal diretto e senza fronzoli.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio Complessivo : 7/10

Tracklist

Dungeön Hammer
1.Hellwolves
2.Bloodkult

Rust
3.Hellsaw
4.Death’s Curse

Comments are closed.