sabato, novembre 18, 2017 00:46

Drudkh – Slavonic Chronicles (Ep, 2010)

Parallelamente all’uscita dello straordinario ” Handful of Stars ” arriva anche questo Ep.
Inutile introdurvi uno dei gruppi fondamentali per il black metal ucraino, si formano nel 2002 e nell’anno successivo realizzano il primo full cui seguiranno tanti altri, tutti di pregevolissima fattura.
La season of mist ha fatto le cose in grande in questo 2010, regalandoci due capolavori assoluti in ambito black metal.
Parlo ovviamente del full dei Drudkh e di quello dei Watain; entrambi di caratura superiore; ma torniamo agli ucraini.
Quest ala line-up : Thurios (Roman Blagih) – Voce, tastiere; Roman Saenko – chitarra, basso; Krechet – basso, tastiere; Vlad – batteria, tastiere.
In questo vinile, dieci pollici, troviamo due cover splendidamente eseguite dal combo Ucraino.
“ Indiánská Píseò Hrùzy  “ si parte subito alla grande con l’omaggio ai seminali Master’s Hammer. Gruppo storico della Repubblica Ceca, attivo dal 1987; tra i primi a partorire un genere particolarissimo, al di fuori del solito trito e ritrito black metal. Dopo una veloce introduzione, creata alla grande da un riff di chitarra potente e preciso, parte la composizione vera e propria. Possiamo subito intuire che il combo ucraino ha partorito un tributo di assoluto valore. Ancora una volta la qualità strumentale, la ricercatezza della perfezione compositiva e della melodia dietro al muro sonoro è tangibile. Thurios immenso dietro al microfono, regala una performance magistrale per tutta la durata del brano; semplicemente perfetto il resto del gruppo che tributa ai maestri Master’s Hammer il giusto valore attraverso questa splendida cover. Nel lungo scorrere del brano troviamo innumerevoli cambi di tempo e ritmo, tutti eseguiti alla perfezione dai Drudkh. Meravigliosi gli inserti chitarristici, l’uso alternato della voce (scream e clean) così come le assolute abilità tecniche del combo. Immensi.
“ Tam Gdzie Ga?nie Dzie?  “ è la volta di tributare un altro black metal act, stavolta si tratta dei polacchi Sacreligium, attivi al 1993, dediti ad un black metal classico e primitivo. La cover realizzata dal combo ucraino però è meravigliosamente complessa, ricca dal punto di vista strumentale (e non potrebbe essere altrimenti, viste le indubbie doti dei musicisti coinvolti nel progetto) e di altissima eleganza concettuale; anche se, ovviamente, l’anima oscura che risiede nel cuore della traccia è vivida e potente. Prova vocale di  Thurios veramente superiore, con uno scream perfetto per tutta la durata del brano; il resto del gruppo detta le coordinate perfette per la realizzazione dell’ennesimo omaggio-tributo ad un combo storico dell’undeground nero mondiale. Ancora una volta di livello superiore la costruzione strumentale creata dai  Drudkh e, soprattutto, gli inserti chitarristici; per questa traccia, infatti, il geniale Roman Saenko ha realizzato un fraseggio da pelle d’oca.
Gli ucraini Drudkh dal 2002 (anno di formazione) non hanno mai sbagliato un colpo e nel 2010 tra nuovo full e nuovo Ep si riconfermano vincenti.
C’è poco da dire;  la classe è classe.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio Complessivo : 8,5/10

Tracklist

1.Indiánská Píseò Hrùzy (Master’s Hammer cover)
2.Tam Gdzie Ga?nie Dzie? (Sacreligium cover)

Comments are closed.