sabato, novembre 18, 2017 10:04

Dormant Ordeal – It Rains, It Pours (2013)

Release d’esordio per i polacchi Dormant Ordeal, rappresentanti di quel Death Metal che, pur seguendo i classici canoni del genere, non esitano, anche se in minima parte, a contaminare lo stesso con sonorità Ambient che, a mio avviso, riescono a creare una locazione emotiva all’interno di un mondo musicale composto in prevalenza da veri e propri attacchi frontali nei confronti dell’ascoltatore; c’è spazio anche per una forma di pseudo melodia, quel tanto che basta per dare quel tono di epica drammaticità, e perché no, tristezza, nell’affrontare complesse tematiche sociali e filosofiche espresse nell’album. Disco interessante, pur non proponendo novità eclatanti nel genere, avvalendosi di una produzione e un’esecuzione ottima, riesce a spaziare tra atmosfere ipnotiche, martellanti, acquose e a tratti dissonanti, sicuramente non deluderà gli estimatori del genere, e, proprio nell’essere un’opera prima, crea ottime aspettative per il futuro, riscontrando quegli spazi in cui saranno possibili eventuali evoluzioni

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. Depopulation of Io
2. Cypress Mourning
3. The Stepfather
4. The Sinless
5. Your Mother-Slave
6. Unimagined, Unwritten, Unseen
7. Dememorization
8. Days That Didn’t Make It
9. The Animal
10.Man from the Water
11.Here Be Lions
12.Depopulation of Earth

Comments are closed.