sabato, novembre 18, 2017 10:05

Dictatoreyes – Im Schatten Des Todes (Demo, 2004)

I Black-Deathster abruzzesi Shatten e Finster tornano con un nuovo demo che mostra notevoli miglioramenti sia a livello tecnico, sia a livello strutturale dal precedente “Untergang”.
Cominciamo subito con il palare dell’estetica. L’Artwork raffigura un’ombra armata di falce, coperta da una tunica, ai piedi di uno strano albero senza foglie. Insomma, il titolo fatto immagine.
Un particolare alquanto bizzarro, invece, è il logo della band che assomiglia “molto” vagamente a quello della death metal band Dismember.
Passiamo ora alle quattro canzoni.
La registrazione, eseguita presso “Il Tempio Della Musica” di Spoltore (CH), si dimostra molto buona.
L’incipit del disco è un intro composto da tre riff di sola chitarra, io personalmente non lo considero minimamente dato che è semplice e, sempre a mio parere, senza alcun tipo di messaggio.
Per fortuna il demo libera la sua anima distruttrice con la seconda traccia, Massengrab. Dopo un breve riff in palm muting, il massacro sonoro ha inizio.
Chitarra tagliente e possente, basso duro e cupo. Inutile reprimere la voglia di urlare insieme a Shatten “Alles In Dem Massengrab”, il ritornello della canzone. Canzone che farebbe innamorare qualsiasi head banger degno
di questo nome.
Il terzo pezzo, Skelettsammlungen, è composto da parti che richiamano al Death Metal di stampo americano.
Chitarra e basso sfoggiano riff abbastanza tecnici, Shatten aumenta la violenza vocale e la batteria inoltra la cattiveria.
Il pezzo che conclude il demo, la title track Im Shatten Des Todes, mantiene le stesse sonorità Death made in USA della precedente canzone.
La voce di Shatten diventa più cavernosa donando più intensità alle vocals.
In conclusione il demo non è affatto male, ha molti pregi ma purtroppo ha anche difetti come la ripetitività dei riff o il bisogno di un ulteriore miglioramento tecnico. Insomma, la band deve ancora maturare un po’ e, sinceramente, penso proprio che che la farà.
Ascoltare per credere!

Recensione a cura di: Tiphereth

Giudizio Complessivo: 6/10

Tracklist

1. Intro
2. Massengrab
3. Skelettsammlungen
4. Im Schatten Des Todes

Comments are closed.