marted, novembre 21, 2017 10:04

Diascorium – Abstraction Of The Absolute (Ep, 2010)

Primo Ep donato in download gratuito dal combo inglese a questo indirizzo.
La musica proposta dal gruppo londinese è un black metal d’avanguardia particolarmente sporcato da programmazioni ed effetti al limite dell’industrial.
Questa la line-up : Bond (chitarre) Paul (basso) Bernard (voce) Gaz (batteria).
l’artwork è stato disegnato da Paul; mentre il logo del gruppo da Paul e Bernard, così come i testi che sono stati scritti da Bernard e Paul.
Nell’Ep troviamo una introduzione e tre brani per un totale di quattro tracce.
“ Requirement For Our Dream “ introduzione sintetica ed estremamente peculiare che, durante il suo scorrere, spinge l’ascoltatore nell’andare avanti e nel cercare di capire cosa potrebbe succedere nel proseguo di un progetto così dannatamente “folle”. Finita questa parte introduttiva parte la prima vera composizione dell’ Ep, la seconda traccia del disco.
“ The Blood Shall Spoil “ Potentissima traccia che in pochi secondi trascina l’ascoltatore al centro del caos primordiale creato dal gruppo inglese. Splendida la tessitura strumentale (ricca di contro-tempi, accelerazioni e decelerazioni improvvise) molto buono anche il cantato in bilico fra growl e scream ed elaborato in maniera sublime. Superati i primi due minuti e mezzo, troviamo uno splendido stacco, guidato dal basso di Paul, dopo pochi secondi di “stasi” veniamo travolti dalla ripartenza assassina in puro black/death. Allucinante il drumming di Gaz, interessanti i fraseggi chitarristici di Bond, la voce di Bernard fa il resto con una performance impeccabile dal primo all’ultimo minuto. Brano esaltante: superba costruzione strumentale ed eccezionale creatività espressa dal gruppo.
“ Self Modifying Game “ canzone che in meno di due minuti propone una violenza sonora senza pari. Splendida la parte strumentale così come quella vocale. Violenza pura ma gestita abilmente grazie ad una particolare costruzione strumentale fatta di contro-tempi e partiture ritmiche molto interessanti. Black / death metal cervellotico e violento allo stesso tempo.
“ Cnidaria “ L’ultima traccia del lotto è la composizione più lunga e strutturata del disco. Solita partitura strumentale eccelsa, buono uso della voce e straordinaria performance dietro il drumkit di Gaz. In alcuni momenti capace di fare reparto ritmico da solo. Nel brano non mancano i soliti cambi di tempo frenetici e “pazzoidi” che il gruppo inglese ha usato in ogni traccia dell’Ep. Il risultato finale è interessante e molto apprezzabile.
Nel complesso un Ep decisamente suggestivo e ricco di originalità, vedremo come il gruppo inglese saprà cavarsela con le prossime release.
Per ora hanno partorito un inizio più che discreto.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio Complessivo : 7,5/10

Tracklist

1 – Requirement For Our Dream
2 – The Blood Shall Spoil
3 – Self Modifying Game
4 – Cnidaria

Comments are closed.