sabato, novembre 18, 2017 10:03

Def Con One – Warface (2012)

Secondo full length per i britannici Deff-Con-One, che, ahimè, appartengono musicalmente ad un genere che io conosco poco, mi vengono alla mente gli Slayer e i Machine Head, il Trash/Hardcore, e che, ascoltando questo disco, penso di voler conoscere in maniera più approfondita. Andando a leggermi qualche notizia riguardante la band, ho scoperto che uno dei loro membri è l’ex batterista dei Venom, ed ecco giungermi l’illuminazione; furono i Venom a produrre quel brano che è diventato il perverso e maligno seme della musica Black Metal  a me tanto cara e affine. Devo dire che ascoltando i 12 brani dell’album, non mi è parso di trovare brani filler, tutt’altro, nemmeno un attimo di noia; anche se in forma diversa alle mie abitudini, ho ritrovato quella carica di rabbia e forse di odio verso le assurdità della vita e della morte, semplicemente espresse in forma diversa ma altrettanto violenta, tranne forse Feeling Cold, lenta e tranquilla, ma sì sa che il fuoco cova sempre sotto le ceneri. Un disco decisamente d’impatto, travolgente e coinvolgente, arrivati alla fine, è come se ci fossimo caricati di un’energia pronta a esplodere verso il mondo esterno; la differenza dal Black? Semplice, questa è energia umana, più facile da reperire e decisamente più facile da gestire perché, sicuramente, meno utopica.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1. Never Look Back
2. March of the Dead
3. Warface
4. Hold On
5. Blood
6. Steeped in Pain
7. 10 Bullets
8. Feeling Cold
9. My Halo
10. Hit List
11. In Death
12. Give Me Strength

Comments are closed.