lunedž, novembre 20, 2017 17:04

De Profundis – The Emptiness Within (2012)

Terzo full length per i britannici De Profundis, cultori di quel Black/Progrssive Extreme Metal in cui si riscontrano i segni evidenti delle loro radici Doom. Disco piacevolissimo questo The Emptyness Within, in cui i vari stili che compongono il variegato mondo del Metal Estremo, vengono amalgamati magistralmente,sfuggendo a stereotipi preconfezionati e dando quindi vita ad un prodotto mirato ad un pubblico pi√Ļ vasto. Nulla √® stato precluso, tutto √® stato valorizzato, perfino quelle parti che con il Metal non hanno nulla a che fare e che ci conducono verso sonorit√† decisamente Jazz. Cambi di ritmo, velocit√† e atmosfera si susseguono senza sosta, e in un contesto¬† sonoro dove sono le chitarre a farla da padrone, possiamo notare la padronanza dell’uso dello strumento e la capacit√† di creare e fondere parti profondamente Dark a parti melodiche cariche di elevata emotivit√† e di spiazzante classicit√†. Ogni traccia dell’album √® un importante e prezioso tassello nel comporre il complesso mosaico delle pi√Ļ malevole espressioni della vita, il tutto supportato da un growl profondo, mai in primo piano ma piuttosto complementare all’intera trama sonora del disco,esattamente come le brevi parti in clean che ritroviamo in Delirium e¬† Release.
Ottimo disco,¬† dedicato a chi cerca nel Metal Estremo nuove sonorit√†, ma soprattutto…buona musica.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 8,5/10

Tracklist

1. From the Depths (Intro)
2. Delirium
3. Silent Gods
4. This Wretched Plague
5. Twisted Landscapes
6. Release
7. Dead Inside
8. Parallel Existence
9. Unbroken (A Morbid Embrace)

Comments are closed.