sabato, novembre 18, 2017 00:48

Darkwor – Foederati (2010)

I Darkwor sono un nome nuovo nella scena underground statunitense, una realtà che sta crescendo e questo è il loro primo full length. Autoprodotto.
Il gruppo americano ha partorita un’ottima release.
Musicalmente parlando il basso la fa da padrone e ci sono dei riff di chitarra veramente eccezionali.
Le tematiche proposte sono : belliche, mistiche, oscure, pagane e molto amore per la storia e la tradizione.
Questa la formazione : Skullbliterator alla voce, Angar alla seconda voce e chitarra; Eikenskald al basso e come terza voce; Arktouros alla batteria; Slag alle tastiere.
Non fatevi pregiudizi la tastiera è facilmente confondibile con il resto della musica perché è dosata al punto giusto e le tre voci sono amalgamate come i tre volti di Lucifero e cantano diabolicamente un black metal unico.
Se ascoltate “Desecrating the Remains” potrete notare con quale spiccata capacità il combo statunitense utilizzi queste malefiche 3 voci assieme ad una lugubre melodia; in pochi secondi vi sembrerà di entrare in un lungo tunnel senza fine.
Ogni brano racchiude una piccola perla miticizzata che terrorizza chi ne è estraneo da tutto questo esortandolo ad andarsene.
Batteria chitarra e basso sono delle vere e proprie armi di distruzione che vi introdurranno in una scatenata sequenza di headbanging e air guitar durante l’ascolto.
Che dire in conclusione : direi che il gruppo americano Darkwor ha ottime capacità e mezzi tecnici sopra la media. Dunque supportate il vero underground comprando questo disco di black metal made in U.S.A.

Recensione a cura di : Rea Silvia Faunus

Giudizio Complessivo : 7,5/10

Tracklist

1.Dawn at Adrianople
2.Foederati
3.Renaissance Apocalypse
4.III
5.Upon Tlachtga and Tara
6.Curse of Atreus
7.Desecrating the Remains

Comments are closed.