sabato, agosto 18, 2018 06:21

Dark Opus – Ignominious Fundamentals (Ep, 2012)

Nuova release discografica per il progetto francese Dark Opus.
Ep edito dall’etichetta Battlesk’rs Productions, realizzato in digipack a 3 ante, limitato e numerato a mano in 470 esemplari al mondo.
Si tratta della prima release del gruppo dal 2004. L’artwork è stato realizzato da Hth mentre il sigillo Dark Opus è stato creato da Erik Danielsson (Watain).
Il combo transalpino si forma nel 2000 e prende vita, discograficamente parlando, l’anno successivo con lo split con i connazionali Darvulia.
Seguono due demo (2001 e 2002), e uno split con i Demoncy datato 2004.
Lo stile musicale proposto dai francesi Dark Opus è un black metal classico e tirato.
Le liriche passano dall’autodistruzione al satanismo senza soluzione di continuità.
Questa la formazione : Akhaeus – voce, chitarra; Syht – batteria.
“ Poisonous Shapes “ l’ascoltatore, fin dai primissimi secondi, viene sotterrato dalla fortissima struttura portante, non particolarmente veloce nell’esecuzione ma pesante come un macigno nel suo scorrere in bilico fra black e funeral doom con atmosfere prima rarefatte poi trascinanti. La struttura della composizione è realizzata in modo egregio dal duo francese, così come le scream vocals. Non mancano variazioni stilistico-compositive che donano longevità all’opera senza intaccare il mood della composizione.
“ Crawling Barillus ” naturale continuazione della traccia precedente, dopo una veloce introduzione, si ritorna a fare sul serio con delle scream vocals ferali e pungenti, sorrette da un’ottima struttura sonora e dall’incessante batteria di Syht. L’unica pecca della release è la monotonia che in alcuni momenti prende il sopravvento (soprattutto per quanto riguarda le lunghe digressioni strumentali). Ma nel complesso è cosa di poco conto.
“ Insidious Curse “ l’ultima traccia del lotto è la più tirata in assoluto, nonostante sia il brano più lungo del lotto, si tratta di un autentico pugno nello stomaco dell’ascoltatore “costretto” a subire la nenia satanica del combo francese fino all’ultimo secondo. Ottima traccia di puro black metal incontaminato.
Una buona release, per questo progetto che, dopo anni di gavetta nell’underground francese è pronto per un full-length.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1. Poisonous Shapes
2. Crawling Barillus
3. Insidious Curse

Comments are closed.