domenica, novembre 19, 2017 21:33

Dark Haunters – The Haunter of the Dark (Demo, 2002)

I Dark Haunters, sestetto abruzzese formatosi nel 1999, sforna nel 2002 il loro primo demo, chiamato The Haunter of the Dark.
Il gruppo nostrano ci propone un Black Metal Sinfonico molto atmosferico e melodico. Quest’ultima caratteristica richiama sonorità Heavy Metal. Ciò è riconducibile alle influenze principali dei vari strumentisti che variano dal Power, al Thrash, al classic-metal.
In alcuni riff possiamo notare anche una certa influenza Death Metal made in U.S.A., molto tecnica e decisa. La cosa che mi lascia allibito è la straordinaria somiglianza della voce del singer Mirko Tuttolani a quella del frontman dei Cradle of Filth.
Infatti già dalla prima traccia, dove un’evocativa tastiera dimostra ancor più l’influenza cradleoffilthiana, Mirko spezza la calma con un acuto degno del nano del Black Metal.
Inoltre il cantante riesce a spaziare con facilità fra varie tonalità di voce, che vanno dall’acuto precedentemente citato al growl più cupo e cavernoso.
Gli strumentisti hanno molta capacità compositiva e tecnica nell’utilizzare i rispettivi strumenti.
La produzione, seppur discreta, non è adatta al genere proposto che dovrebbe godere di ben altri suoni più nitidi e aggressivi.
Concludendo, aspetterò sicuramente il successore di The Haunters of the Dark sperando in una leggera maturazione della band sotto ogni punto di vista e magari in una regressione a sonorità più Black Metal.

Recensione a cura di: Tiphereth

Giudizio Complessivo: 6/10

Tracklist

1. Whispers Of Wandering
2. The Outsider
3. Unnecessary Words
4. Agony

Comments are closed.