martedž, maggio 23, 2017 12:43

Cult Of Fire – Ascetic Meditation Of Death (2013)

Secondo full length per i cechi Cult of Fire, decisamente un’evoluzione positiva con un album dedicato alla dea ind√Ļ Kali, in cui non si sono evitati i richiami ad una cultura lontana e profondamente mistica, ma, allo stesso tempo, non si sono¬† abbandonati quelli che sono l’anima vera del Black metal. In questo album la band ha saputo dosare perfettamente le quantit√† di suoni tipici del genere, inglobandoli in una trama melodica e profondamente oscura, dando vita¬† ad atmosfere quasi new age, anche se indirizzate ad una meditazione sul fascino della morte in antitesi a quelle pi√Ļ conosciute rivolte all’armonizzazione della vita. Intrigante l’uso del sanscrito, anche se solo per i titoli, che, per quanto a noi profani risulta intraducibile, riesce a stendere¬† un velo di mistero e di occulto sulle tematiche dell’opera, e volendo, a creare un filo conduttore tra 2 culture cos√¨ lontane,¬† in cui il culto della morte e del male¬† √® cos√¨ radicato nella loro¬† storia millenaria, da convergere e unirsi in un’unica grande fede. Un album coinvolgente, meditativo, carico di emozioni , in qualsiasi caso, un ottimo esempio di Black Metal.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio Complessivo : 8/10

Tracklist

1. Sanhara rakta kali
2. Astitva ki cita para
3. Sava sadhana
4. Kali ma
5. Mrtyu h satya hai
6. Mrtyu ka vbhatsa nrtya
7. Khanda maa yoga
8. Divya prema ki jvala se dagdha

Comments are closed.