lunedì, novembre 20, 2017 13:26

Crowned in Thorns – Plague/Oblivion (Demo, 2010)

Demo autoprodotto e autofinanziato da questo gruppo nostrano proveniente dalla Sardegna, (precisamente da Cagliari).
Questa la formazione del progetto sardo : WLKN – voce; Saavhe – chitarra; Alessandro – basso; Mark – batteria.
I Crowned in Thorns si formano nel 2009 e questo è il loro primo capitolo discografico.
La loro proposta musicale è un’ottima miscela di black e death metal tirato, potente e prodotto in maniera eccellente.
Il concept lirico è contro le religioni.
“ I Deny “ troviamo fin da subito una violenza esecutiva incredibile. Splendida l’introduzione vocale di WLKN che vomita nelle orecchie del “malcapitato” ascoltatore di turno tutta la sua rabbia. La costruzione strumentale del brano è tipica del death metal ma l’atmosfera è interamente tinta di nero. Ne esce fuori un ottimo brano dominato dal muro sonoro eretto dalla chitarra di Saavhe, dal basso di Alessandro e dalla batteria di Mark. L’arma in più del combo sardo rimane le voce in scream di  WLKN che riesce a valicare il muro sonoro eretto dal gruppo e ad impadronirsi della scena. Pura violenza nera.
“ Generator of Dead Humans “ Anche in questa seconda traccia la velocità d’esecuzione del combo e la particolare tecnica vocale di WLKN sono le armi in più proposte dai Crowned in Thorns. Molto interessante la trama sonora proposta dai nostri, particolarmente interessanti gli inserimenti chitarristici, devastante la prova ritmica di basso e batteria. Non mancano pregevoli cambi di tempo e ritmo che rendono la composizione ancor più valida sia in termini di tecnica che di longevità complessiva.
“ My Own Redeemer “ Traccia ruvida, veloce, tirata. Come sempre ottima miscela death/black metal condita da una sapiente trama strumentale e da un ottima prova vocale di  WLKN. Eccellente la costruzione strumentale del brano con partiture velocissime alternate ad altre rarefatte tendenti al doom più funereo. Nella seconda parte, quando troviamo la ripartenza death/black metal la composizione diventa veramente stellare. Meravigliosi gli inserimenti chitarristici che colorano di nero pece una composizione oscura come la notte. Immenso il lavoro di Mark alla batteria.
“ Thornscrowned “ l’ultima traccia del lotto è un pugno in pieno volto dall’inizio alla fine con una struttura ritmica tipica del death metal tirato e un’ottima prova vocale in scream. Conclude al meglio questo demo donando all’ascoltatore un ultima bordata finale che non lascia dubbi sulle ottime qualità dei Crowned in Thorns.
Veramente ben realizzato questo primo demo, consigliato a tutti gli amanti delle sonorità estreme.
Attendo al più presto un full-length per valutare al meglio il progetto sardo, per il momento, ampiamente promossi.
Una nota a parte la merita la produzione sonora : eccezionale; soprattutto perché si tratta della prima release discografica del gruppo; e non è da tutti presentarsi con un sound così potente e granitico alla prima uscita. Complimenti.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 8/10

Tracklist

1.I Deny
2.Generator of Dead Humans
3.My Own Redeemer
4.Thornscrowned

Comments are closed.