domenica, novembre 19, 2017 21:29

Cradle Of Filth – Bitter Suites To Succubi (2001)

Battere il ferro finché è caldo, oppure squadra che vince non si cambia, queste sono più o meno le regole vincenti nel mercato, e anche in quello della musica.
Freschi di un successo planetario come quello di Midian i Cradle Of Filth ne approfittano per mantenere alta la tensione nel pubblico, ecco come si spiega Bitter Suites To Succubi.
Per molti un semplice intermezzo, un mini-cd, per altri un vero e proprio disco a tutti gli effetti, per durata e contenuti, ed è difficile dargli torto.
In esso sono contenuti alcuni brani vecchi come The Principle Of Evil Made Flesh rinfrescati da una registrazione più potente, oppure cover di brani storici come No Time To Cry dei Sisters Of Mercy. Ma nella maggior parte dei casi sono presenti brani nuovi che mostrano una band piena di idee, ancora più accattivanti e bestiali, come per Born In A Burial Gown.
Le differenze stilistiche rispetto a Midian sono veramente poche, anche se fa piacere sentire dei suoni più crudi e “live”, un elemento che rende la loro musica maggiormente cruda e perversa.
Bitter Suites To Succubi non aggiunge nulla alla carriera dei Cradle Of Filth, ma con piacere ne conferma le capacità e l’attenzione che merita.

Recensione a cura di: BurdeN

Giudizio Complessivo: 7/10

Tracklist

1.Sin Deep My Wicked Angel
2.All Hope In Eclipse
3.Born In A Burial Gown
4.Summer Dying Fast
5.No Time To Cry (Sisters Of Mercy Cover)
6.The Principle Of Evil Made Flesh
7.Suicide And Other Comforts
8.Dinner At Deviant’s Palace
9.The Black Goddess Rises II
10.Scorched Earth Erotica

Comments are closed.