mercoledì, novembre 22, 2017 19:56

Corpus Christii – Carving a Pyramid of Thoughts (Ep, 2008)

Ep uscito per Agonia Records, contenente quattro canzoni nuove e una composizione precedentemente rilasciata tratta dalla versione Lp dell’album Tormented Belief.
Questo è il ricco piatto che ci offre questo meraviglioso Ep del progetto black metal portoghese.
Nocturnus Horrendus è come sempre abilissimo a dividersi tra voce e tutti gli strumenti e riesce anche per questo nuovo Ep a far calare perfettamente l’ascoltatore nei suoi Mondi visionari.
Si inizia con la composizione uscita esclusivamente nel vinile di cui parlavo sopra : ” Me, the Hanged One ” il ritmo è forsennato e particolarmente violento, la produzione è marcissima e quello che ne esce fuori è una composizione oscura e particolarmente grezza. Bellissimi i riff chitarristici e il lavoro vocale, da sempre arma in più di questo progetto. Enfatico e personalissimo nel suo scream, Nocturnus Horrendus, riesce sempre a dare quel qualcosa in più in ogni brano grazie alle sue indubbie doti vocali. La composizione si snoda attraverso vari cambiamenti strutturali e compositivi che donano nuova linfa vitale al brano.
“  Surrender “ questo è il primo dei quattro brani inediti. La qualità della produzione è notevolmente  migliorata (trattandosi di materiale nuovo è comprensibile). Composizione molto ritmata dove la voce di Nocturnus Horrendus e, soprattutto, le ritmiche intricatissime la fanno da padrone. Non mancano variazioni ritmiche che però non sono radicali e non snaturano troppo il muro sonoro pastoso e compatto che caratterizza tutto il  lungo brano. Ottimo brano che mette in luce le qualità di questo progetto.
“ Craving Nemesis  “ ottima composizione che parte subito alla grande. La produzione prima ho detto che è notevolmente migliorata ma permane sempre questo spirito “old black metal” anche in queste “nuove” tracce. Infatti non si può certo parlare di bella produzione o bombastica si parla essenzialmente di produzione perfetta per il raw black metal. Questa traccia rasenta la perfezione in tutto il suo incedere. Compatta, veloce e violenta. Un vero e proprio pugno in faccia che colpisce l’ascoltatore e che fa aumentare il valore complessivo di questo Ep. Ottimi i riff ossessivi e claustrofobici così come la solita, grande, voce in scream.
“  Below the Waters “ altra ottima canzone. Parte in maniera splendida con un riff chitarristico perfetto e meravigliosamente intersecato nel muro ritmico di basso e batteria. La produzione è decisamente migliore rispetto alle composizioni precedenti e possiamo (finalmente) godere di tutte le innumerevoli sfaccettature sonore che da sempre hanno reso celebre il sound di Corpus Christii. I riff chitarristici soffocanti così come le urla in scream cadenzate e scandite in un mood quasi doom-black dallo stesso Nocturnus Horrendus rendono la composizione ancor più straziante ed evocativa. Ottima la pausa centrale con relativa ripartenza black metal ispirata. Eccellenti i riff chitarristici. Il miglior brano dell’intero Ep.
“ Transcend “ giungiamo dunque alla fine con questa outro strumentale realizzata in maniera perfetta. Nocturnus Horrendus assembla una meravigliosa melodia eseguita con una chitarra elettrica e delle ottime parti ritmiche di basso e batteria. Grande pezzo strumentale che chiude al meglio questo Ep in attesa del nuovo full-lenght.
Concludendo Agonia rilascia un ottimo Ep, contribuendo a far aumentare la popolarità di questo validissimo progetto black metal.
Complimenti come sempre al grande Nocturnus Horrendus, un vero artista.
Notevole l’artwork creato da Médan Savamhel della Ba’al Graphics.

Recensione a cura di: Darkthrone85

Giudizio Complessivo: 8/10

Tracklist

1.Me, the Hanged One
2.Surrender
3.Craving Nemesis
4.Below the Waters
5.Transcend

Comments are closed.