sabato, novembre 18, 2017 00:52

Corpsessed – The Dagger & The Chalice (2011)

I Corpsessed sono un progetto finlandese attivo dal 2007 ma che ha realizzato la prima release discografica solamente nel 2011.
Cd, Ep, rilasciato dall’etichetta discografica Dark Descent Records.
Questa la line-up : Jussi-Pekka Manner  – batteria ; Matti Mäkelä- chitarra, backing-vocals; Jyri Lustig – chitarre; Niko Matilainen – voce ; Mikko Pöllä – basso.
Il combo finnico ci propone un corposo death metal con pesanti influenze black; sia come songwriting strumentale che come tematiche liriche.
“ Introduction “ come si può facilmente intuire questo disco parte con un introduzione strumentale. Fin dai primi secondi possiamo capire che atmosfera si respirerà nel disco : puro death metal di stampo old-school contaminato da partiture black metal. L’atmosfera creata con questa introduzione induce l’ascoltatore ad andare avanti nel viaggio verso l’abisso proposto dal combo finlandese.
“ Crypt Infester “ la seconda composizione del lotto parte con un drumming perfetto di  Jussi-Pekka Manner e con una buona costruzione generale sorretta dall’ottima prova dietro al microfono del singer Niko Matilainen che sfodera un profondissimo growl. Il suo diabolico rantolo, infatti,  sembra provenire direttamente dalla viscere dell’inferno. Dal punto di vista sonoro non mancano cambi di tempo e ritmo che si snodano durante tutto il brano; interessanti gli inserimenti chitarristici proposti anche per spezzare la tensione accumulata e fare da trait d’union con le parti meno tirate. Ottima traccia, sicuramente fra le migliori della release.
“ Nameless Cult “ buona la costruzione sonora anche se, in alcuni casi, diventa quasi cacofonica complice la produzione (eccessivamente) grezza. Nonostante questo la traccia rimane godibile con un ottimo growl che si staglia sul moro sonoro incessante. Puro death metal tirato e potente; interessanti le variazioni stilistiche anche se, la perfezione totale raggiunta con la composizione precedente con questa viene sfiorata.
“ Altar of Worms “ composizione più ragionata; troviamo infatti meno violenza a senso unico e partiture strumentali che mettono assieme death / black e; in alcuni momenti del brano, addirittura doom metal. Come accaduto fino a qui, la performance vocale di  Niko Matilainen è la vera arma in più del progetto finlandese assieme all’incessante lavoro dietro la batteria di Jussi-Pekka Manner (autentico funambolo del drumkit).
“ Massgrave “ traccia che parte subito tiratissima con un’impennata di ultra violenza suonata in maniera egregia dal quintetto finlandese. A ridosso del primo minuto troviamo un leggero rallentamento che sfocia in una ripartenza di violenza inaudita condotta magistralmente dal batterista  Jussi-Pekka Manner in un’escalation di nero death metal.
“ The Dagger & The Chalice “ dopo un’introduzione a metà fra l’horrorifico e il sintetico, dopo il primo minuto irrompe la violenza primitiva del black / death metal dei Corpsessed. Un’autentica mazzata finale che sigilla in maniera impeccabile il disco. Come sempre, immensa la prova dietro il drumkit di  Jussi-Pekka Manner così come le ottime growl vocals di  Niko Matilainen.
Un bel mix fra death e black per una buona prima prova discografica.
Sono curioso di sentire l’evoluzione del sound del combo nei prossimi lavori discografici; per il momento non posso far altro che consigliarne l’ascolto a tutti gli appassionati di black e death metal.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1.Introduction
2.Crypt Infester
3.Nameless Cult
4.Altar of Worms
5.Massgrave
6.The Dagger & The Chalice

Comments are closed.