domenica, giugno 17, 2018 23:33

Cold Void / Tod – Black Metal Armageddon (Split, 2004)

Uno split-cd con i fiocchi, di quelli che escono molto raramente sul mercato.
In questo caso le band coinvolte sono entrambe Italiane, e appartengono inoltre a quella ristretta schiera di gruppi che sanno come suonare del vero e diretto Black Metal, fra l’altro di qualità elevata.
I primi a lanciare le quattro testate nucleari a disposizione sono i Cold Void, e lo fanno come al solito con estrema facilità, anche perché il loro stile ben si adatta alla situazione live, quindi trova nella versione “studio” un groove non indifferente, anche nella cover dei The Exploited, rivitalizzata in una chiave decisamente più brutale.
Quando viene il turno dei Tod la situazione non cambia poi molto, anzi se possibile peggiora pure (in senso positivo), poiché la pioggia di fuoco è irrefrenabile.
Non è certo un mistero la mia preferenza per i Tod, ma bisogna ammettere che la loro carica negativa possiede un qualcosa di funesto e ben riconoscibile rispetto alla massa.
Black Metal Armageddon (mai titolo fu più esplicito) contiene quaranta minuti di quello che si può chiamare True Black Metal, senza alcun compromesso.

Recensione a cura di: BurdeN

Giudizio Complessivo: 7,5/10

Tracklist

Cold Void
1.Frostbane’s Gate (New Era Version)
2.Fistfucking Armageddon
3.Obscure Alcoholic Wounds
4.Porno Slut (The Exploited Cover)

Tod
5.Intro/Hate Campaign
6.Blood Filled Eyes
7.In The Endless Black I Lay/Outro
8.Do You Dream Of Me? (Tiamat Cover)

Comments are closed.