sabato, novembre 18, 2017 09:54

Cold Body Radiation – Deer Twillight (2011)

Seconda release per questa one man band olandese, in rappresentanza di quel genere post/Rock, Post/ Black Metal, Shoegaze e chi più ne ha più ne metta, ma che, fondamentalmente, rappresenta quella che definirei l’apoteosi dell’Atmospheric e dell’Ambient, nelle loro sfaccettature più armoniose e godibili. Accantonati rabbia, odio, depressioni e tragedie, le sette tracce di Deer Twillight ci conducono in un onirica rappresentazione della stagione invernale, un magico viaggio tra le nevi immacolate e incontaminate, dove, in contrasto ai noti luoghi comuni,nessuna creatura dorme o si dispera nell’attesa della tiepida primavera, ma vive intensamente la bellezza di una stagione estrema,  in cui respirare a pieni polmoni un’aria pura e cristallina e godere del contrasto tra l’accecante candore della coltre nevosa e i tenui colori pastello di un cielo terso, o rimanere incantati nell’osservare i cangianti effetti di un’aurora boreale, vivere, risaltare e perdersi nel buio profondo di un cielo notturno. Tutto troppo bello, tutto troppo perfetto, dov’è il legame con il Black Metal? Dove sono i drammi della vita, le oppressioni e le prevaricazioni? Ed è a questo punto che riusciamo a vedere quello che non c’è, il grande assente : l’essere umano.
Descrizione di un mondo Post Apocalisse? Tutto lo lascia intendere…e credetemi, il piacere è immenso.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. Deer Twillight
2. Make Believe
3. The Night Reveals
4. Shimmer
5. A Change of Pace
6. Concept of Forever
7. Yes, Maybe the Stars

Comments are closed.