mercoled, novembre 22, 2017 20:09

Clinging to the Trees of a Forest Fire – Visceral (Demo, 2011)

Il nuovo demo degli americani Clinging to the Trees of a Forest Fire, Visceral, prodotto dall’etichetta discografica Prosthetic Records; si presenta sotto forma di elegante vinile nero, limitato a cinquecento esemplari.
Il terzetto statunitense si forma nel 2006, e nello stesso anno immette sul mercato discografico il primo demo intitolato Harmonies from a Bleeding Mouth; seguito nell’anno successivo dal demo/sampler 2007 Fall Sampler.
Questi due lavori gettano solide basi per il futuro musicale del combo, infatti nel 2008 arrivano a registrare il primo album Omega Drunk on the Blood of Alpha seguito nel 2010 dal secondo full-length Songs of Ill Hope and Desperation.
Lo stile è rimasto praticamente immutato, siamo di fronte ad una solida miscela di death, black metal e tanto sano grindcore; anche le tematiche liriche centrali sono rimaste via via sempre le stesse; ovvero : misantropia e odio.
Questa la lineup : Zach Harlan – basso; John P. Damron – batteria; Ethan – voce e chitarra.
“ 1 “ la prima traccia dopo pochi secondi esplode in tutta la sua violenza grazie alle scream vocals di Ethan. Vincente il muro sonoro eretto dal terzetto, incessante lo sforzo ritmico di  John P. Damron dietro il drumkit (sia quando detta i ritmi, con precisione clinica, che quando spinge sull’acceleratore). Traccia violentissima che lascia presagire all’ascoltatore il proseguo del disco. Eccellenti le numerose variazioni stilistico-compositive che impreziosiscono maggiormente la traccia e donano ulteriore longevità all’opera.
“ Lower Than Life, High as the Sky “ Non si fa in tempo a rifiatare dalla badilata precedente che la seconda traccia arriva fra capo e collo a togliere il fiato. Sapienti le scream/growls vocals tipiche del grindcore più estremo; buono il muro ritmico; purtroppo però l’effetto raggiunto con la prima traccia è un vago ricordo.
“ Garbage “ come dicevo prima, lo stacco fra una traccia e l’altra è praticamente inesistente, mezzo secondo, neanche il tempo per rifiatare, ed ecco arrivare la terza composizione. Un minuto e mezzo tiratissimo con una performance globale molto buona : perfette le scream/growl vocals di Ethan.
“ Special Education “ composizione che, nei suoi due minuti di puro grindcore nulla aggiunge e nulla toglie a quanto fin qui proposto dai Clinging to the Trees of a Forest Fire.
“ Biracial “ il quinto capitolo dell’Ep si presenta come una traccia di oltre cinque minuti di pura violenza assoluta. Nella prima parte troviamo un drumming aggressivo unito alle solite scream/grwols vocals e all’ottima ritmica del basso; man mano la composizione acquista anche altri elementi che la rendono uno degli episodi migliori del disco (assieme alla prima traccia).
“ Asthmatic “ l’ultima traccia del lotto è una outro strumentale, carina per alcuni aspetti ma che certamente non rende giustizia ai mezzi compositivi del combo statunitense.
Un buon demo che mette in risalto le qualità del terzetto americano; plauso particolare va al batterista  John P. Damron, vera e propria macchina da guerra del combo.
Notevole l’artwork, ottima la produzione che esalta ogni minima sfumatura compositiva.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1.
2. Lower Than Life, High as the Sky
3. Garbage
4. Special Education
5. Biracial
6. Asthmatic

Comments are closed.