sabato, gennaio 20, 2018 17:05

Clandestine Blaze – On the Mission (Ep, 1999)

Primo Ep, prodotto dalla Norther Heritage, storica etichetta di proprietà dello stesso Mikko Aspa che è l’uomo che risiede dietro al progetto Clandestine Blaze.
Mikko in questa one-man band si occupa di tutto, suona tutti gli strumenti e canta. Partecipa come cantante e polistrumentista in tanti altri progetti fra i quali i blasonati Deathspell Omega, solo per citarne uno.
Questo è un progetto radicalmente anti cristiano e anti sionista al punto che dentro al vinile troviamo un piccolo inserto scritto in finlandese dove però troneggia una scritta in inglese : Eliminate Zionist Cancer! A dimostrazione del fatto che siamo di fronte ad un progetto dichiaratamente estremo.
Due tracce, una per lato.
“ On the Mission  “ introdotta da alcune voci raccapriccianti e horrorifiche in rapida successione e con uno strano eco ecco arrivare la prima delle due composizioni. Questa sorta di introduzione dura circa un minuto, dopodiché possiamo ascoltare la composizione vera e propria. Siamo totalmente risucchiati dal vortice che crea la batteria in blast suonata da Mikko e ci trascina completamente nel suo Mondo. I riff di chitarra sono marcissimi e, anche grazie alla produzione, in certi punti non si distinguono le note che vengono prodotte da Mikko. Questo rende il progetto ancor più affascinante e prettamente raw. Il bello di tale progetto è anche questo. Scordatevi i Deathspell Omega questo è un progetto che cura personalmente senza intermediari. Puro raw black metal marcissimo e nero fino al midollo. Ottimi gli innesti chitarristici che riescono a distinguersi nel marasma sonoro. Molto buone anche le scream vocals che da sempre sono il punto di riferimento della seconda incarnazione dei Deathspell Omega.
“ Tearing Down Jerusalem  “ titolo inequivocabile per una traccia che è una vera e propria dichiarazione di intenti. Dopo pochi secondi siamo completamente immersi nel brano. Questo pezzo è meno veloce del precedente ma non meno potente. Sembra sia statoprodotto leggermente meglio. Almeno nei primi secondi, ma poi ci accorgeremo che non è così. In questo pezzo il buon Mikko suona tutta la batteria non limitandosi ai piatti e l’effetto finale sulla produzione risulta molto “pieno”. Ottime come sempre le sue scream vocals, così come gli inserti chitarristici che possiamo ascoltare anche se un po’ soppressi dal muro sonoro creato (specialmente con la batteria). Ottimo brano che è reso ancor più interessante dalle varianti ritmiche che si susseguono. Nell’ultima parte della composizione risulta estremamente notevole il lavoro di chitarra e basso. Soprattutto i riff chitarristici che sono ossessivi, claustrofobici e particolarmente inquietanti.
Da come avrete capito ho gradito molto questo Ep.
Disco non per tutti.
Per i temi trattati in primis e per il suono particolarmente grezzo.
Grande lavoro, onore a Mikko Aspa e alla sua storica etichetta di culto Northern Heritage.
Ultima informazione per i collezionisti, questo 7 pollici è limitato a 200 copie al Mondo.

Recensione a cura di: Darkthrone85

Giudizio Complessivo: 8/10

Tracklist

1.On the Mission
2.Tearing Down Jerusalem

Comments are closed.