lunedì, novembre 20, 2017 13:18

Circle of Ouroborus – The Lost Entrance of the Just (2012)

Indefinito, magico, trascendentale e profondamente oscuro, sono le uniche parole che potrebbero avvicinarsi di più nel descrivere quello che è l’intero essere di the Lost Entrance of the Just.
Classificati come Post Black Metal e Post Punk, i finnici Circle of Ouroborus hanno all’attivo una notevole quantità di produzioni tra demo, EP, split e full lenght; decisamente allergici nel seguire un genere ben specifico, hanno pensato bene di amalgamare in forma più che personale, il meglio che si potesse trovare in circolazione, il risultato è comunque ineccepibile, un concentrato di oscurità, dove il sacro si unisce al profano creando atmosfere oniriche e distorte, ipnotiche e trasognanti. Scivolando su una trama sonora decisamente atmospheric, un cantato che spiazza, dividendo la scena tra un growl arcigno e un clean atono e acuto, quasi a enfatizzare la dualità umana divisa tra sentimento e totale apatia, supportati da una melodia avvolgente eppure così lontana nel dare un senso di armonia, quello che sembra emergere è una distorta sacralità.
Grande disco, non vi è dubbio, consigliato agli animi sognanti sempre alla ricerca di dimensioni variabili e alternative, ma, in qualsiasi caso, con i piedi ben piantati per terra.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo: 8,5/10

Tracklist

1. Cast in Clay
2. Black Hole Womb
3. The Way of the Will
4. Skyline Painter
5. Ride the Wolf
6. Mirror Universe
7. Toivosta Syntynyt

Comments are closed.