lunedž, novembre 20, 2017 05:37

Chaosbaphomet – The Black Communion (Ep, 2012)

Nuova release per il combo greco Chaosbaphomet.
Ep prodotto dall’etichetta underground polacca Under the Sign of Garazel Productions, disco realizzato in vinile gatefold sette pollici, limitato a cinquecento esemplari.
Il duo greco √® attivo sulle scene dal 2004, l’anno della prima release discografica; il demo “Temple of the Serpent Baphomet”. Una tape limitata e numerata a mano in soli seicentosessantasei esemplari.
Nel 2007 √® la volta dello split “Profanation of the Crucified / Rex Demonicus” assieme al progetto tedesco Crucifixion Wounds.
Segue nel 2011 uno split a quattro in compagnia di Wargoat; Embrace of Thorns e Bethor.
La proposta musicale del progetto greco è un black metal classico, grezzo e primitivo.
Le tematiche liriche ricorrenti vanno dall’anticristianesimo all’adorazione per l’oscurit√† in tutte le sue forme.
Questa la formazione : Iapetos 666 – voce; Ravenlord Wampyri Draconium – voce, chitarra, basso, tastiera e programmazioni.
‚Äú March of Satan ‚Äú eccellente il riff portante del brano. Notevole l’utilizzo di due voci sovrapposte clean e scream. L’effetto finale √® pregevole, cos√¨ come particolarmente caotica e sfaccettata risulta la trama sonora. La produzione, grezza ma mai cacofonica, fa il resto donando all’ascoltatore una piccola gemma nera di puro black metal classico e primitivo. Ottime le variazioni stilistico-compositive che, seppur compaiano in modo marginale durante lo scorrere del brano, alimentano la longevit√† dell’opera.
‚Äú The Goat Messiah ‚Äú naturale continuazione della traccia precedente per incendere, potenza e dichiarazione di intenti. Ancora una volta puro black metal classico, primitivo e satanico. Suonato in maniera ineccepibile e con l’aggiunta delle due voci (clean / scream) che si sovrappongono in maniera perfetta. Notevole il muro sonoro eretto da Ravenlord Wampyri Draconium. Traccia che conclude al meglio l’opera del duo ellenico.
Concludendo, questo nuovo lavoro del duo Chaosbaphomet lascia intuire molto bene che il progetto è pronto per il primo full-length.
Consigliato agli amanti dell’estremismo sonoro esplicitamente colorato di nero.

Recensione a cura di : Darkthrone85

Giudizio complessivo : 7/10

Tracklist

1. March of Satan
2. The Goat Messiah

Comments are closed.