mercoledž, giugno 20, 2018 16:45

Celestial Bloodshed – Omega (2013)

Disco commemorativo questo Omega, o per meglio dire evocativo, visto che i norvegesi Celestial Bloodshed hanno pensato bene di utilizzare alcuni brani inediti, registrati prima della morte di Steingrim Torson, la voce del gruppo, morto ammazzato nella notte tra il 30 Aprile e il 1¬į Maggio del 2009. Evocativo s√¨, i diabolici Celestial Bloodshed sembrano aver voluto richiamare dall’Inferno l’anima dannata di Torson, usando ritmi e sonorit√† estreme ma decisamente lente,¬† una macabra seduta spiritica, oscura e ipnotica in cui il Male assoluto prende una forma famigliare, non per questo meno maligna e crudele, che ci trasporta sulle nere note in un Inferno che pi√Ļ del calore distruttivo del fuoco, sembra emergere da immense forme di ghiaccio. Come tutti gli album di sano Satanic BM, Omega non √® un album di facilissimo ascolto, avvolto come √® da una spirale di atmosfere sulfuree e maligne, nessuna melodia, nessuno spazio utile per rilassarsi, solamente un insieme di note malvagie destinate ad accentuare il nero profondo delle anime dannate.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. The Aorta of My Thoughts
2. Begone, Chains of Life!
3. Deathsquad Alliance
4. Spiraculum Mortis
5. Manifested Darkness, Bloodred Sunrise
6. Trosbekjennelse

Comments are closed.