sabato, novembre 18, 2017 10:02

Celestial Bloodshed – Omega (2013)

Disco commemorativo questo Omega, o per meglio dire evocativo, visto che i norvegesi Celestial Bloodshed hanno pensato bene di utilizzare alcuni brani inediti, registrati prima della morte di Steingrim Torson, la voce del gruppo, morto ammazzato nella notte tra il 30 Aprile e il 1° Maggio del 2009. Evocativo sì, i diabolici Celestial Bloodshed sembrano aver voluto richiamare dall’Inferno l’anima dannata di Torson, usando ritmi e sonorità estreme ma decisamente lente,  una macabra seduta spiritica, oscura e ipnotica in cui il Male assoluto prende una forma famigliare, non per questo meno maligna e crudele, che ci trasporta sulle nere note in un Inferno che più del calore distruttivo del fuoco, sembra emergere da immense forme di ghiaccio. Come tutti gli album di sano Satanic BM, Omega non è un album di facilissimo ascolto, avvolto come è da una spirale di atmosfere sulfuree e maligne, nessuna melodia, nessuno spazio utile per rilassarsi, solamente un insieme di note malvagie destinate ad accentuare il nero profondo delle anime dannate.

Recensione a cura di : Blackraven

Giudizio complessivo : 7,5/10

Tracklist

1. The Aorta of My Thoughts
2. Begone, Chains of Life!
3. Deathsquad Alliance
4. Spiraculum Mortis
5. Manifested Darkness, Bloodred Sunrise
6. Trosbekjennelse

Comments are closed.