lunedì, novembre 20, 2017 17:10

Catamenia – Morning Crimson (1999)

E’ passato solo un anno dall’esordio ufficiale dei Catamenia che subito ce li ritroviamo sul mercato con il secondo Morning Crimson, un album sicuramente più dettagliato e maturo dell’esordio, che pur essendo un disco carino mostrava ancora delle cadute di stile, dettate soprattutto da una poca esperienza, e dalla paura di uscire allo scoperto completamente, osando anche soluzioni maggiormente personali.
Con Morning Crimson non è che ci sia stata la svolta definitiva, però qualche passo in avanti si, come una maggiore sintesi a livello di scrittura, il disco dura (fortunatamente) meno del precedente, e proprio in questo modo si evita di lasciarsi andare a soluzioni ripetitive.
Il loro approccio al Black Metal è però tutto sommato lo stesso, freddo e glaciale questi si, ma con quel tocco melodico che non guasta mai, e qui cito le varie In Blood They Lay, Aurora Borealis e aggiungo anche Cast The Stars Beyond.
Anche la produzione è migliore rispetto all’immediato passato, con suoni più nitidi e adatti.
Peccato per una copertina veramente brutta a rimediata all’ultimo forse, in ogni caso sono presenti segni di miglioramento.

Recensione a cura di: BurdeN

Giudizio Complessivo: 6,5/10

Tracklist

1.Aurora Borealis
2.Talviyön Varjot
3….And Winter Descends
4.In Blood They Lay
5.Beauty Embraced By The Night
6.Passing Moment Of Twilight Time
7.Cast The Stars Beyond
8.Morning Crimson
9.The Forests Of Tomorrow
10.Towards The Winds Of Winter (Shores Of Sendar)
11.When The Frost Took The Lakes
12.Shadeweaver’s Season
13.Winternacht

Comments are closed.